Il 17 marzo è San Patrizio, una delle feste più amate in ogni angolo del mondo (oltre che in terra d’Irlanda, ovviamente), ma soprattutto una delle giornate in cui chiunque, irlandese o no, celebra l’evangelizzatore della verde isola con litri e litri di birra. Una tradizione che, evidentemente, non basta più. A quanto pare, negli ultimi giorni, e in vista del verde giorno, sul web sono aumentate del 10000% le ricerche di due parole chiave che insieme non sono molto usuali: “Leprechaun porn”. Siamo sicuri che anche i meno avvezzi all’idioma di Sua Maestà siano in grado di tradurre “porn” (per assonanza con l’italiano ma soprattutto per abitudine), ma forse molti non sanno cosa sia un Leprechaun. E allora, prima di approfondire la notizia di cui sopra, è bene spiegarlo.

Il Leprechaun (a volte tradotto malamente in italiano come “leprecano”) è uno gnometto della tradizione irlandese, uno dei simboli della Festa di San Patrizio oltre che della patria della birra Guinness e di Sinead O’Connor. Cappello verde, vestito verde, barba lunga, carattere a metà tra il giocoso e il dispettoso, il Leprechaun è molto ricco e si diverte a nascondere pentole e forzieri pieni d’oro. Fin qui, per sommi capi, la leggenda.

Ora mettiamo insieme lo gnomo irlandese e il porno. Il risultato è quantomeno bizzarro, anche perché se provate a cercare le due parole magiche sui più noti siti di porno online, non verrà fuori chissà cosa. Pochissimi “veri” leprechaun, tanti aitanti giovanotti come mamma li ha fatti e con un cappello verde in testa, intenti a fare quello che si fa in un film porno. E i pochi “veri” leprechaun altro non sono, in realtà, che nani alle prese con pornostar di varie fattezze. Ecco, la ricerca del “leprechaun porn” sarà anche aumentata del 10000% in occasione della Festa di San Patrizio, ma un vero e proprio “filone” sul tema pare non esserci.

Ricerche bislacche a parte, i dati dei siti porno evidenziano chiaramente un aumento delle visite nel giorno dedicato al Patrono d’Irlanda: 5% in più rispetto a una giornata qualsiasi dell’anno. Sarà la birra, sarà il buonumore, ma a quanto pare gli irlandesi celebrano la loro festa nazionale dedicandosi al porno su internet. Chissà cosa ne penserebbe il missionario Patrizio, che nella sua vita si è dedicato ad attività decisamente diverse. O i poveri Leprechaun, trasformati da creature leggendarie a genere pornografico.