Le drammatiche immagini, riprese dalla videosorveglianza dell’antico mercato della città di Smirne, in Turchia, mostrano un venditore di strada rincorrere e aggredire violentemente un rifugiato siriano di 6 anni. Il mercante insegue, acciuffa il bambino e poi lo sbatte violentemente a terra. Ma il gesto dell’uomo non è rimasto inosservato e ha subito provocato la reazione dei presenti che lo hanno assalito chiedendo spiegazioni. L’uomo, il 35enne Musa S., è stato subito arrestato dalla polizia con l’accusa di “lesioni intenzionali”. Secondo quanto riferito dall’ambulante agli agenti, il bambino avrebbe spinto il suo carretto contro una donna, scatenando così la furia dell’uomo. A seguito di un’indagine partita dall’ufficio del pubblico ministero di Smirne  è stato possibile identificare il bambino. Si tratta di Hasan Hantuman, la cui famiglia si è trasferita 4 anni fa in Turchia da Aleppo (Siria). Il governatore provinciale di Smirne, Mustafa Toprak, ha fatto visita alla famiglia di Hasan portandogli le scuse ufficiali e un regalo: una bicicletta nuova a nome del presidente della turchia, Recep Tayyip Erdoğan