“A me e Fedez, il premier Renzi dovrebbe darci almeno una pacca sule spalle. In molti momenti abbiamo assunto posizioni filogovernative senza volerlo, facendo opposizione su avversari in una maniera più feroce di quanto facessero lui e il Pd. Insomma, abbiamo fatto più opposizione noi a Matteo Salvini che Renzi“. Il rapper J-Ax non le manda a dire al presidente del Consiglio durante l’intervista con Andrea Scanzi nel corso della puntata di Reputescion (in onda domani 12 novembre alle ore 22 su La3 – Sky canale 163). “Per me – prosegue J-Ax – un premier vero è uno che passa per le elezioni, questo è il problema vero che ho con Renzi”. Il rapper fa poi notare che sul portale della Rai la clip ‘Cambio droga’ fa più visualizzazioni di qualsiasi altro contenuto. “Mi chiedo – spiega – perché di queste cose non ne viene tenuto conto quando nelle conferenze stampa del direttore generale di viale Mazzini (Antonio Campo Dall’Orto, ndr), che non è stupido, parla di multipiattaforma. Netflix in America ha distrutto tutti. Il futuro è lì e non nella macchinetta che ti misura l’auditel”. Poi, rispetto agli scarsi risultati ottenuti con il suo programma, andato in inda su Rai2, ammette: “È ovvio che vorrei che Sorci Verdi avesse avuto un successo anche auditel, così tutti stavano zitti. Ma in realtà su Twitter abbiamo spaccato, i volumi che abbiamo mosso on line sono incontestabili. Per questo sono contento. Ho l’offerta di continuare, non so io se continuare”. Infine, J-Ax dice: “Mi hanno messo sotto la lente come se avessi un programma da prima serata. Mi sono preso la macchina del fango di addetti ai lavori e parte degli utenti senza essermi preso l’assegno di quel tipo di programmi”