“Siamo ancora sicuri che nessuna notizia è una buona notizia?”. Forse stavolta ci siamo. Esattamente a trent’anni da quando, in quel di Los Angeles, quando membri degli L.A. Guns e degli Hollywood Rose diedero i vita ai Guns n’ Roses, una delle band rock più amate di sempre, e a quasi venti anni da quando i membri originari della band, Slash in testa, lasciarono a Axl Rose la titolarità della band, prendendo altre strade, sembra che il gruppo di Sweet child o’ mine stia per rimettersi insieme.

Da tempo girava voce. C’erano stati velati tentativi di ricomporre il tutto, un’operazione che viene stimata, a spanne, intorno ai cento milioni di valore, solo parlando di live. Poi, giorni fa, Scott Weiland degli Stone Temple Pilots, altra storica band dell’epoca, e dei Velvet Revolver, super gruppo che comprendeva parte proprio dei Guns n’ Roses, durante un’intervista a Alternative Nation si era lasciato scappare qualcosa di più di una mezza voce, lasciando intendere che le trattative erano ormai a buon punto.

La notizia, o meglio, la quasi notizia, ha fatto il giro del mondo, perché il gruppo, che vedeva schierare Axl alla voce, Slash alla chitarra solista, Izzy Stradlin alla ritmica, Duff McKagan al basso e Steven Adler alla batteria, ha non solo venduto milioni e milioni di album, ma anche segnato la storia del rock, con un capolavoro come Appetite for destruction, uno dei migliori esordi di tutti i tempi, datato 1987, e la doppietta Use your illusion I e II, lasciando poi un vuoto incolmabile. Perché è vero che la band non si è mai sciolta, continuando senza continuità le attività live e sfornando, nel 2008, il seguito di The spaghetti incident, Chinese democracy, album più atteso della storia con Smile dei Beach boys e la terza prova degli Stone Roses, ma è anche vero che Axl senza Slash è sempre stato senza nerbo, brutta, bruttissima copia di se stesso.

E anche lo stesso Slash, sicuramente più capace di superare l’incedere del tempo, non ha lasciato eguali segni. Così, quando poche ore sul Twitter ufficiale della band è comparsa la frase che trovate in esergo di questo articolo, fan dei Guns e semplici appassionati di rock, insieme con gli addetti ai lavori, ci hanno iniziato a credere davvero. Quel che si dice, con insistenza, è che nel 2016 la band al gran completo prenderà parte a diversi Festival in giro per il mondo, e che nel 2017, per il trentennale di Appetite for Destruction, quasi trenta milioni di copie vendute, ci sarà addirittura un tour tutto loro. Rivedere Axl, Slash, Izzy, Duff e Steven insieme sarà una bella storia, perché sarà solo rock’n’ roll, ma ci piace davvero tanto.