“Karim Benzema ha confessato il coinvolgimento nel ricatto al compagno di nazionale Mathieu Valbuena“. Secondo una fonte investigativa citata dai giornali “Equipe” e “Le Parisien”, il calciatore dopo la notte in commissariato avrebbe ammesso di essere coinvolto nel caso e ora rischia 5 anni di carcere. “Ha ammesso”, ha detto sempre la fonte, “di essere intervenuto con Valbuena su richiesta di un amico d’infanzia avvicinato da tre truffatori che erano in possesso del sextape“.

Il centrocampista francese aveva sporto denuncia lo scorso giugno dopo aver ricevuto una telefonata anonima. Secondo BFM-TV, l’attaccante del Real Madrid verrà iscritto nel registro degli indagati per “complicità in tentativo di estorsione” e posto sotto controllo giudiziario. Per gli inquirenti, i tre presunti ricattatori di Valbuena, ora in carcere, hanno avvicinato Benzema tramite il fratello e l’hanno poi utilizzato nella trattativa per non pubblicare il video. Per la stessa inchiesta il 13 ottobre è stato fermato Djibril Cissè, attaccante francese con un passato nella Lazio, poi rilasciato senza che nei suoi confronti venisse formulata alcuna accusa.