La “conduttrice coi baffi” entra nel tempio di Striscia la Notizia portata in lettiga, da vera imperatrice catodica. Maria De Filippi fa il suo ingresso in studio e dal soffitto scende una pioggia di petali rosa, citazione voluta, cercata e sottolineata più volte dei celebri funerali di Casamonica. Scelta singolare per il battesimo della nuova edizione del programma di Antonio Ricci. “Un ingresso sobrio, elegante”, esordisce lei, sapendo che gli occhi di milioni di italiani sono puntati sull’inedita accoppiata con Michelle Hunziker che inaugura la 28esima stagione. Un debutto che, come scrive il sito di Davide Maggio, è stato battuto da Affari tuoi su RaiUno, ma che ha tenuto davanti a Canale 5 “una media di 5.256.000 spettatori con uno share del 19.76%”.

Due donne sole al potere, per 48 minuti. E che fanno? Tra una battuta e un Tapiro inanellano una serie di gag con alterna fortuna. “Mi sono rotta”, esordisce Maria e da lì partono una serie di trovate un po’ tirate sull’alluce valgo di Michelle e quello azzoppato della compagna di banco. Oh Gesù, “avrei voluto ballare con te”, è l’incipit di questo gioco che sarà il filo conduttore delle conduttrici, a suon di piedini e dita fasciate che vengono esibiti a favor di telecamera e sulla scrivania per la gioia dei tele-fetish di tutto il mondo. Una performance studiata a tavolino, perché compariranno poi improbabili piedoni di plastica a ribadire il concetto. Di meglio, per l’esordio, forse non c’era.

Vero è che mentre passano i minuti la De Filippi-fratturata si scongela. Arriva quasi a compiacersi del clima goliardico in studio, delle battute più o meno tirate. Tu a casa cucini? Chiede la Hunziker. “Faccio benissimo due piatti, l’uovo strapazzato e l’uovo sodo”. Si destreggia tra i classici “ma nooo” che sono il marchio distintivo di tutti i conduttori del programma. Più il tempo passa e più sembra che si diverta, davvero. Certo non si prende troppo sul serio nella prima delle due puntate in cui le due eroine della tv saranno coppia fissa. Sta al gioco, presta anche il fianco a un’imitazione non molto riuscita del marito, Maurizio Costanzo, che esce dalla lettera di “C’è posta per te” per improvvisare una “visita fiscale a Mediaset che fa lavorare ammaria che è fratturata”.

La parodia è buona a metà, ma rivela quanto la Maria nazionale sia disposta a fare e dire per mostrare il suo lato giocoso, una simpatia che il tailleur rosa confetto, fasciatissimo, sembra continuare a trattenere. Il finto Costanzo le raccomanda: “Maria, non fare quella che viene giù dalla montagna con la piena”. E lei ammicca.