Il tettuccio di tela si può aprire solo sopra l’abitacolo, oppure si può ripiegare completamente in modo da scoprire, una volta riposti i montanti nel bagagliaio, la più piccola delle cabrio sul mercato. Anche per la terza generazione della Smart Fortwo è arrivato il momento della versione Cabrio, che nelle prime due serie è stata venduta in 220.000 esemplari (su 1,6 milioni di Fortwo vendute globalmente). La capote multistrato si apre elettricamente in 12 secondi, anche in movimento alla velocità massima raggiunta dal modello, ed è dotata di lunotto di vetro. È disponibile in tre colori – jeans, rosso e nero – abbinabili alla carrozzeria bicolore con cellula di sicurezza Tridion a contrasto. Secondo il costruttore, la rigidità della scocca, tradizionale punto debole delle scoperte, è aumentata del 15% rispetto al modello precedente. La gamma motori comprende due tre cilindri da 71 e 90 CV, abbinabili al cambio manuale a cinque marce o all’automatico doppia frizione. In anteprima al Salone di Francoforte di metà settembre, ordinabile da novembre, consegne dal prossimo febbraio.

La prova della Smart Fortwo Coupé