Al rientro dalla sosta estiva le Mercedes sono ancora davanti a tutti con distacco. Sul circuito di Spa Nico Rosberg ha dominato entrambe le prove libere del Gran Premio del Belgio. Nella seconda sessione il tedesco ha fatto registrare il tempo di 1’49″385, staccando di tre decimi Lewis Hamilton, il compagno di squadra. Dietro alle Mercedes le due Red Bull di Daniel Ricciardo, terzo con un tempo di 1’50″136, e Daniil Kvyat, quarto che paga oltre due decimi nei confronti dell’australiano. Quinta si classifica la Ferrari di Kimi Raikkonenfresco di rinnovo con la scuderia con cui ha vinto il campionato del mondo nel 2007, mentre delude Sebastian Vettel, solo decimo. Dietro al finlandese si è posizionata la Force India di Hulkenberg.

Paura per Nico Rosberg
Il tedesco è stato protagonista a metà sessione di un testacoda. Dopo il giro più veloce anche nel corso della seconda sessione di prove libere, è esplosa la gomma posteriore destra della Mercedes di Rosberg all’uscita della curva Blanchimont in piena accelerazione. Il tedesco è riuscito a frenare in tempo prima delle barriere, non riportando alcun danno. “Non è stato per niente divertente. Per fortuna non ho colpito le barriere”, ha commentato il pilota della Mercedes. “Un testacoda a oltre 200 km/h non è qualcosa che ti aspetti, davvero non una bella esperienza”. Un incidente sospetto anche perché il sistema elettronico della vettura non aveva segnalato problemi come conferma il pilota: “Non c’è stato nessun preavviso. Ci dovrà essere un’analisi approfondita”.

Prime prove libere
Nella prima sessione del Gp del Belgio il più veloce era stato Nico Rosberg. Il tedesco aveva fatto registrare il miglior tempo (1’51″082), precedendo il compagno di squadra Lewis Hamilton fermo a 1’51″324: sempre circa tre decimi di distanza dal campione del mondo in carica, ma più lento di oltre un secondo e mezzo rispetto alle seconde prove. E sempre terzo era arrivato Daniel Ricciardo con la Red Bull, che conferma un buon momento di forma nelle libere piazzandosi davanti alle Ferrari. Le rosse di Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel si erano fermate in quarta e quinta posizione.