Il Milan vuole essere tra le squadre protagoniste di questa stagione ma ha bisogno di tre campioni per fare il necessario salto di qualità. Il primo, Alessio Romagnoli, è arrivato dopo un lungo tira e molla con la Roma. Il secondo, Axel Witsel, pareva sfumato ma – all’improvviso – lo Zenit ha cambiato idea e ha deciso di prendere in considerazione la proposta del club di via Aldo Rossi di pagare i 35 milioni di cartellino a rate. Il terzo, Zlatan Ibrahimovic, è il sogno dell’estate rossonera e qualsiasi sua mossa, come aver rifiutato di netto l’offerta del Galatasaray, alimenta la speranza dei tifosi di rivederlo a San Siro.

Certo, chi nelle ultime stagioni ha criticato il Milan per essere andato a caccia quasi sempre di parametri zero, quest’anno deve riconoscere il contrario. I rossoneri stanno spendendo: Bacca, Luiz Adriano, Bertolacci, Romangoli…e se arrivasse pure Witsel sarebbe un altro grande investimento. Classe ’89, il centrocampista belga è l’uomo d’ordine che servirebbe a Mihajlovic: il prezzo è alto ma, stando a quanto riportato da Tuttosport, lo Zenit sembra pronto ad accettare un pagamento rateizzato.

Diversa la questione legata a Ibrahimovic: lo svedese non intende rinnovare col Psg e, dopo aver ignorato le sirene turche, continua a valutare l’opzione di tornare sotto la Madonnina. La moglie spinge per Milano e, secondo il Corriere della Sera, il ritorno in rossonero non è poi così lontano. Certo, bisognerà probabilmente aspettare le ultime ore, quelli che Galliani chiama “i giorni del condor”, nella speranza che il gong del calciomercato non svegli di colpo i tifosi rossoneri dal loro bel sogno.