AAA cercasi allenatore della nazionale. L’annuncio è della Federazione calcio della Finlandia, che dopo aver esonerato il precedente ct, si è messa alla ricerca di un nuovo tecnico per la propria squadra. In una maniera assolutamente non convenzionale: con un annuncio sul proprio sito internet, con tanto di requisiti di esperienza e mail per mandare la propria candidatura al presidente Pertti Alaja.

Lo scorso 14 giugno la Federcalcio (Pallolitto in finlandese) ha deciso di sollevare dall’incarico Mika-Matti Paatelainen. Fatale all’ormai ex ct la sconfitta casalinga per 0-1 con l’Ungheria, ma più in generale un po’ tutto il deludente percorso di qualificazione verso Euro 2016. Nonostante un girone abbordabile con Romania, Nord Irlanda, Far Oer e Grecia (oltre ai magiari, appunto), e la nuova formula allargata a 24 squadre che regala molte più chance alle nazionali minori, la formazione scandinava ha raccolto la miseria di 4 punti in 6 partite. E, penultima alle spalle anche delle piccole isole dell’Oceano Atlantico, è ormai tagliata fuori dalla corsa ai prossimi Europei. Inevitabile l’esonero. Nessuno, però, si aspettava che la federazione avrebbe cercato il sostituto sul web. Non che si tratti di una novità assoluta: a inizio giugno anche la Costa d’Avorio aveva fatto qualcosa di simile, dopo il divorzio da Hervé Renard e la nomina ad interim di Kamara Ibrahim. Nel Paese africano la selezione, partita ufficialmente con un tweet, è ancora in corso. Adesso ci prova anche la Finlandia in Europa.

Quella pubblicata ieri è una vera e propria offerta di lavoro. “La Federazione finlandese cerca un allenatore capo per la nazionale A, che condivida la stessa passione di vedere i colori bianco e blu avere successo”, si legge sul sito ufficiale. Richieste delle competenze abbastanza precise, ma del resto si tratta di un incarico da commissario tecnico di una nazionale, non un lavoro qualsiasi: la licenza Uefa (obbligatoria per sedere in panchina), conoscenza di calcio internazionale a livello di vertice, esperienza e risultati importanti nell’ultima posizione ricoperta. La Federazione offre un contratto di due o addirittura quattro anni, per chi volesse avviare un progetto a lungo termine che abbia come obiettivo la qualificazione ai Mondiali di Russia 2018 o agli Europei 2020.

Disponibilità immediata: si può cominciare anche subito, nelle prossime amichevoli di agosto per poi rituffarsi nelle gare ufficiali di qualificazioni a Euro 2016 (nonostante la campagna sia ormai compromessa). Per quanto riguarda lo stipendio, la Federazione ascolta proposte: la trattativa avverrà in forma privata.
I candidati interessati devono inviare il proprio curriculum e una richiesta di salario all’indirizzo email headcoach.applications@pallolitto.fi. Mentre per chi ha dubbi o domande da porre, il presidente Pertti Alaja ha messo a disposizione i propri contatti. Non ci sono, invece, limiti di nazionalità. Se anche in Italia c’è qualche allenatore interessato all’incarico, ha tempo fino alle 24 di lunedì 3 agosto per scrivere alla federazione. E fare application per diventare il nuovo ct della Finlandia.

Twitter: @lVendemiale