Alla chieda di San Carlo a Milano sono stati celebrati i funerali di Elio Fiorucci, morto lunedì nella sua abitazione. “Milano ha bisogno che qualcuno le dia colore, anima. Vediamo troppe sofferenze”: così don Antonio Mazzi durante l’omelia di Fiorucci, che ha definito “poeta che con quattro stracci faceva un capolavoro”. Riposerà nel cimitero di San Martino Mont’Introzzo, a Sueglio, sulle montagne della provincia di Lecco