L’Egitto ancora sotto attacco. Due terroristi sono morti in un attacco kamikaze nei pressi del Tempio di Karnak, a Luxor, uno dei siti archeologici egiziani più frequentati. L’obiettivo probabilmente era un autobus pieno di turisti. La notizia è riportata con un tweet dall’emittente al-Arabiya.

Fonti della sicurezza egiziana precisano che, al momento, l’attentato non ha provocato nessuna vittima tra i visitatori ma soltanto quattro feriti, tutti di nazionalità egiziana. La polizia, secondo la stessa fonte, ha sventato altri due attacchi suicidi nella stessa zona. Al momento l’attacco non è stato rivendicato da nessuna organizzazione terroristica.

A dare notizia dei feriti è stato una fonte del ministero dell’Interno del governo del generale Al-Sisi, citato dall’agenzia di stampa Mena, mentre fonti di sicurezza hanno aggiunto che tra loro ci sono venditori e poliziotti. Hanno raccontato che tre uomini armati hanno tentato di assaltare una barricata vicino al tempio. Due sono scesi da un’auto e si è verificato uno scontro a fuoco con la polizia, che ha portato all’uccisione di uno di loro. Il terzo uomo nell’auto è riuscito a superare la barriera e si è fatto esplodere.