Il premio Nobel per la letteratura regala al fattoquotidiano.it l’interpretazione di un monologo, risalente a quasi 500 anni fa, sul comportamento dei tiranni e sulla democrazia. “Come eliminare i despoti” è di Étienne de La Boétie, filosofo, giurista e politico francese vissuto nel 1500 diventato famoso per il suo “Discorso sulla servitù volontaria”, una riflessione su dominio e obbedienza che subito si è imposta come pietra angolare per i movimenti libertari fino ai giorni nostri. “L’idea di recitare questo discorso – spiega Dario Fo – mi è stata regalata da Marco Travaglio che, con un suo editoriale sul Fatto Quotidiano (leggi), mi ha ricordato un famoso scritto sulla dabbenaggine dei governati, e l’impudenza brutale dei potenti di tutti i tempi”. Un testo che per le tematiche affrontate pare essere stato scritto oggi: “E’ opera di un autore che si rivolgeva al suo pubblico cinque secoli fa, eppure sembra proprio che parli a tutti noi, soprattutto a quelli che accettano indegnamente la corruzione, le truffalderie, l’ipocrisia e le promesse mai mantenute”  di Dario Fo, riprese e montaggio David Marceddu e Giulia Zaccariello