“Donadoni ha accusato in modo generico dei dirigenti azzurri, senza fare i nomi di chi abbia detto che si aspettava una sconfitta del Parma”. Il Napoli, in silenzio stampa, ha lasciato trapelare la sua posizione in merito alle accuse ricevute al termine della partita finita 2-2, dove avrebbe accusato i giocatori avversari di “essersi impegnati troppo”. L’entourage azzurro, in maniera ufficiosa, ha quindi voluto puntualizzare: “Nel finale di gara, con tutti i microfoni aperti e le telecamere puntate sui protagonisti, non è stata colta neppure una voce o un labiale sulle presunte dichiarazioni attribuite ai dirigenti o ai giocatori del Napoli“.

Il tecnico del Parma nel post-partita aveva denunciato l’atteggiamento partenopeo: “Sentirsi dire che dovevamo perdere la partita perché siamo falliti è una cosa indecorosa, indecente e schifosa. Questa frase non è venuta solo da Higuain. In campo i giocatori si fanno prendere dalla foga. La cosa drammatica è quando la senti pronunciare da dirigenti. Non mi interessa dire a chi mi riferisco, se devo dire qualcosa di personale a Tizio o Caio vado da Tizio o Caio“.

Il clamore suscitato dalla vicenda potrebbe quindi portare a un intervento da parte della Procura Federale, che potrebbe decidere di aprire un’indagine. Per Donadoni sarebbe “un’assurdità, vorrebbe dire aggiungere sciocchezze su sciocchezze”. Il tecnico del Parma è tornato sui suoi passi e, alla trasmissione radiofonica “Si gonfia la rete“, ha tentato di abbassare i toni: “Non credo che il Napoli volesse che il Parma gli regalasse la partita, sono stato calciatore e so che significa vedere la possibilità di un traguardo e per un motivo o per l’altro non riuscire a raggiungerlo”. E ha però aggiunto: “La foga agonistica in campo spesso ti porta a dire cose sciocche ma quello che non deve succedere è che chi è in tribuna e che quindi dovrebbe avere la mente un po’ più lucida perché non affaticata dalla sforzo fisico, abbia una tale reazione“. L’allenatore ha tentato di chiudere sull’argomento: “A fine partita ho avuto una reazione forte ma è finita lì.”

Nel frattempo Antonio Mirante, portiere del Parma, ha rilasciato una dichiarazione a Radio Kiss kiss Napoli: “Mercoledì prossimo terrò una conferenza stampa nel corso della quale spiegherò cosa è successo al termine della partita con il Napoli e renderò noto il mio punto di vista. Posso confermare di aver ricevuto un messaggio da Gonzalo Higuain, del quale però non voglio rendere noto il contenuto. Lo farò solo mercoledì. L’unica cose che dico è che queste cose riguardano solo il campo e in campo devono finire”.