Vince solo il Torino nel ricco pomeriggio prenatalizio. Lo fa in maniera “strana”, in rimonta e grazie a un difensore. Mentre la posta viene divisa a Bergamo, Firenze e Genova. Bel calcio, quindici gol, quattro rimonte e pochi movimenti prepotenti in classifica. Tanto che potrebbe approfittarne la Lazio, terza in solitario se riuscirà a vincere a San Siro contro l’Inter. Alla fine gioiscono solo le torinesi: Juventus nuovamente a +3 sulla Roma, bloccata in casa dal Milan; i granata che si tirano fuori dalla zona pericolosa della classifica con una prestazione di carattere contro il Genoa. Importante rimonta dell’Atalanta sul Palermo grazie a Denis che risponde a un primo tempo in formato europeo dei rosanero. Nell’anticipo di mezzogiorno, il derby di Verona va al Chievo grazie a un gol contestato di Paloschi. Da segnalare l’ennesima prestazione di sostanza dell’Empoli: è la squadra che ha speso meno in estate, veleggia a metà classifica e non perde dal 1° novembre.

RISULTATI (TRA PARENTESI GLI ASSIST)

CAGLIARI-JUVENTUS 1-33’ Tevez, 15’ Vidal, 50’ Llorente (Pirlo), 65’ Rossettini (Cossu)
Ammoniti: Ceppitelli, Capuano, Avelar (C)

NAPOLI-PARMA 2-0: 19’ Zapata (Maggio), 30’ Mertens (rig.)
Ammoniti: Britos (N); Santacroce, Gobbi, Galloppa, Mendes (P)

SASSUOLO-CESENA 1-1: 76’ Zaza (rig.), 94’ Ze Eduardo (Defrel)
Ammoniti: Peluso, Magnanelli, Missiroli, Berardi (S); Defrel (C)

ROMA-MILAN 0-0:
Ammoniti: Maicon, De Rossi, Florenzi, Destro (R); Mexes, de Jong (M) Espulsi: Armero (M)

VERONA-CHIEVO 0-1: 81’ Paloschi (Zukanovic)
Ammoniti: Marquez, Tachtsidis, Martic (V); Radovanovic, Paloschi (C)

ATALANTA-PALERMO 3-3: 6’ Rigoni (Vazquez), 16’ Vazquez (Dybala), 40’ Denis (rig), 46’ Vazquez (Dybala), 55’ Moralez, 76’ Denis
Ammoniti: Benalouane, Carmona, Baselli (A); Gonzalez (P)

FIORENTINA-EMPOLI 1-1: 44’ Vargas (Savic), 57’ Tonelli (Valdifiori)
Ammoniti: Maccarone, Valdifiori (E); Borja Valero, Aquilani (F)

Prima Milan e Napoli, ora l’Empoli rosicchia punti anche a Firenze. E prova anche il colpaccio dopo aver trovato il pareggio con un colpo di testa di Tonelli, che porta a 9 i gol stagionali nati su calcio piazzato e a 4 i pareggi consecutivi degli azzurri. Consueta prestazione di gran sostanza, quella della squadra di Sarri che imbriglia i viola ed è pronta a ripartire appena può giocando un calcio efficace. La Fiorentina, passata in vantaggio con un gran controbalzo di Vargas, reclama un rigore per tempo per i tocchi di mano di Rugani e Tonelli. L’arbitro lascia correre, la Toscana resta di nessuno e i viola rallentano la lunga rincorsa al terzo posto. Un obiettivo alla portata di mano, a patto di cambiare passo proprio al Franchi, dove finora hanno ottenuto appena 2 vittorie in 8 partite.

SAMPDORIA-UDINESE 2-2: 15’ Obiang, 31’ Geijo (Kone), 34’ Danilo (Kone), 60’ Gabbiadini (De Silvestri)
Ammoniti: Soriano, Gabbiadini (S); Widmer, Pasquale (U) Espulsi: Heurtaux (U)

Emozioni e rimonte a Marassi ma nessun vincitore. Per la Sampdoria si tratta del secondo pareggio consecutivo, dopo il prezioso 1-1 strappato allo Juventus Stadium. Anche questa volta la squadra di Mihajlovic ottiene un punto in rimonta e sempre grazie a Manolo Gabbiadini, ormai prossimo al passaggio a Napoli. Un saluto coi fiocchi che dona il sorriso ai blucerchiati, passati in vantaggio con un sinistro di Obiang dopo un quarto d’ora prima subire due reti in tre minuti. Ispira Kone, poi ci pensa un colpo geniale di Geijo e un grande stacco di Danilo. Dopo il pareggio della Samp fioccano le occasioni, di Di Natale, Geijo e Cacciatore le migliori. Ma non c’è più spazio per altre emozioni.

TORINO-GENOA 2-1: 42’ Falque (Matri), 52’ Glik (Farnerud), 63’ Glik
Ammoniti: Moretti (T); Marchese, Burdisso, Rincon, Falque (G)

Ribaltone per mano di un difensore. Succede tutto in undici minuti al Comunale, dove il Torino acchiappa e stende il Genoa, privo di Perin e Perotti, entrambi squalificati. La seconda sconfitta consecutiva dei rossoblù si materializza grazie alla testa di Kamil Glik, capitano granata già a quota 4 gol in campionato. Dopo il vantaggio firmato da Iago Falque in chiusura di primo tempo, il polacco trova la deviazione giusta su una punizione battuta da Farnerud, poi sugli sviluppi di un corner batte Lamanna in tuffo. Nel finale non bastano i tentativi di Roncaglia e De Maio. Il Torino allontana la zona calda della classifica e passa un sereno Natale. La squadra di Gasperini viene inghiottita dal gruppone che galleggia attorno al terzo posto e può tirare il fiato grazie alla sosta.

INTER-LAZIO (21/12 ore 20.45)

CLASSIFICA (*UNA PARTITA IN MENO)

Juventus 39
Roma 36
Napoli 27
Sampdoria 27
Lazio 26*
Genoa 26
Milan 25
Fiorentina 24
Palermo 22
Udinese 22
Inter 20*
Sassuolo 20
Empoli 17
Torino 17
Verona 17
Chievo 16
Atalanta 15
Cagliari 12
Cesena 9
Parma 6

Parma 1 punto di penalizzazione