Sicuramente è stato inutile dal punto di vista pratico, forse utile dal punto di vista simbolico. Il voto in Catalogna, sebbene a votare non sia andato un milione e mezzo di persone rispetto al 2012, ha sancito che la regione vuole l’indipendenza dalla Spagna. A votare è andato anche l’allenatore del Bayern Monaco ed ex del Barcellona, Pep Guardiola. Dopo aver fatto la fila per votare nel seggio allestito alla Fondazione Cic, in via Augusta, Guardiola ha ribadito il suo sostegno al movimento indipendentista: “Molta gente vuole essere ascoltata e, politicamente, quello che va fatto è ascoltarla”, ha assicurato l’allenatore, partito ieri da Francoforte per partecipare alla votazione. “Non ho potuto assistere alle tre ultime manifestazioni in Catalogna, perché stavo lavorando fuori, ma questa volta ce l’ha fatta”, ha assicurato davanti ai microfoni di radio e tv