“L’accusato era addestrato a sparare e lo ha fatto verso una stanza molto piccola, non c’era possibilità per la persona che era dietro la porta di scappare. Inoltre ha sparato quattro colpi e non uno”.  A leggere la sentenza nei confronti  di Oscar Pistorius, in un tribunale di Pretoria, è stato il giudice Thokozile Masipa, che ha chiesto all’atleta paralimpico sudafricano di alzarsi in piedi per ascoltare la condanna: “La seguente è ciò che considero una sentenza equa e giusta sia nei confronti della società, sia dell’accusato”, ha detto. Dunque la giudice ha escluso tanto i servizi per la comunità che una pena prolungata, la prima perché inappropriata, la seconda perché sarebbe spietata