“Siamo soddisfatti di questa legge di stabilità, meno tasse, meno spesa, è una manovra di centro-destra grazie al fatto che noi siamo al governo”. Così il ministro dell’Interno Anfelino Alfano durante la conferenza stampa a Roma nella sede del Nuovo centro-destra. “I fondi per il bonus bebè sono stati voluti da noi, questi 500 milioni sono stati poi confermati il 15 ottobre in Consiglio dei ministri, è una proposta targata Ncd – aggiunge il segretario – per tutelare la famiglia oggi sotto attacco”. Alla domanda se Renzi abbia scippato la paternità di un loro provvedimento durante la trasmissione di Canale 5 di Barbara D’Urso, il ministro risponde: “No, ma sono mesi che ci lavoriamo, incastrando questi fondi all’interno di un piano fertilità e della natalità voluto da Beatrice Lorenzin”. “Arriverà un decreto da parte del ministero della Salute per ripartire i fondi”, annuncia poi Alfano. “Saranno 80 euro per tutte le donne in attesa del primo figlio che hanno un reddito sotto i 30 mila euro, e per il terzo figlio anche per chi ha un reddito sotto i 90 mila euro” spiega la Lorenzin. “Non ci sta sorpassando a destra Renzi, non c’è aria di campagna elettorale, stiamo andando avanti tutti insieme con provvedimenti importanti – afferma il ministro Maurizio Lupi -, ma vogliamo ricordare che se certe proposte hanno un profilo di centro-destra è grazie al Ncd, Il Giornale per esempio dovrebbe riconoscerlo e ringraziarci”  di Irene Buscemi