Durante la discussione del ddl Boschi, Lello Ciampolillo, senatore Movimento Cinque Stelle, scova una pallina di carta incastrata nella tastiera della senatrice di Forza Italia Manuela Repetti che le permette di esprimere il voto anche mentre è assente. Scoppia il caos in aula con Ciampolillo che urla: “Repetti dove sei!” e i senatori del centrodestra che lanciano fogli di carta verso la “spia” Cinque Stelle. Il presidente del Senato Pietro Grasso chiede al questore d’aula Lucio Barani di rimuovere le tessere degli assenti per evitare il ripetersi di episodi simili  di Annalisa Ausilio