Giusto due anni fa chiese scusa per aver imbrogliato ed essersi dopato. Adesso il marciatore azzurro, escluso dalle Olimpiadi di Londra del 2012 per aver fatto uso di EPO, Alex Schwazer avrà la medaglia nella 20 km di marcia della gara disputata agli Europei di Barcellona. A 4 anni di distanza dalla gara e a due dello scandalo per l’atleta arriva un inaspettato alloro.

È stata la Iaaf a decidere di sospendere per doping il russo Stanislav Emelyanov che in quell’occasione battè Schwazer salendo sul gradino più alto del podio. A quanto riporta l’’Irish Time, che cita fonti Iaaf, la decisione sarebbe stata presa martedì, a Emelyanov, 23 anni, sono stati annullati tutti i risultati sportivi conseguiti dal 26 luglio 2010 e per i due anni seguenti.

L’altoatesino, sulle strade di Barcellona il 27 luglio 2010, conquistò la seconda preceduto dall’allora 19enne russo. Il “passaporto biologico” del giovane marciato riporta variazioni anomale. Quando la classifica di quella gara, per cui l’italiano conquistò la medaglia d’argento, verrà modificata Schwazer sarà considerato il vincitore, l’argento andrà al portoghese Joao Vieira e il bronzo all’irlandese Robert Heffernan.