Secondo il periodico tedesco Magager Magazin online, il gruppo Volkswagen sta esplorando la possibilità di un’acquisizione parziale di quote in Fiat-Chrysler. Nel numero  che sarà in edicola venerdì, la rivista cita fonti interne all’azienda e scrive che sono in corso le trattative fra Ferdinand Piëch, principale azionista di VW e le famiglie Elkann e Agnelli di Fiat. La casa di produzione tedesca per la sua politica di espansione oltreoceano, sarebbe soprattutto interessata al marchio Chrysler, acquisito integralmente da Fiat lo scorso gennaio. La strategia di rilancio di Volkswagen negli Usa è stata confermata nei giorni scorsi dai vertici del gruppo e potrebbe così sfruttare la rete di distribuzione e la competenza e il successo dei modelli Chrysler sul mercato statunitense. 

L’intesa però, è ancora molto lontana, scrive Manager Magazin: il prezzo dell’acquisizione ha generato divergenze e inoltre Sergio Marchionne starebbe seguendo altre strade parallelamente. Il gruppo tedesco punta poi a medio termine all’acquisizione di altri marchi nel settore, dopo l’acquisto di Scania e Man. Questi progetti però comporterebbero un impegno finanziario incompatibile con l’acquisizione, anche parziale, del gruppo Fca, considera il periodico. 

Un portavoce di Exor, la società controllata dalla famiglia Agnelli con una percentuale di maggioranza della Fiat, nega però le trattative: “Non si è tenuta alcuna discussione in merito a una fusione di Fiat con Volkswagen”. La casa tedesca, dal canto suo, ha invece commentato le indiscrezioni  con un secco  “no comment”. Il mercato, in ogni caso, ritiene l’ipotesi credibile se in una giornata difficile per Piazza Affari, le azioni del titolo Fiat hanno aperto con un rialzo del 3,29% a 7,85 euro.