Una rottamatrice inaspettata. Che dopo aver provato a ringiovanire l’organigramma societario del suo Milan (con Galliani riuscito a resisterle), ora vuole vento nuovo anche in Federazione. Barbara Berlusconi ha voluto dire la sua sulla crisi del calcio italiano. Azzurri eliminati dai Mondiali al primo turno, Prandelli e Abete che danno le dimissioni, problemi in spogliatoio  e incertezza sul futuro: con alcune dichiarazioni rilasciate all’Ansa l’amministratore delegato rossonero prova a indicare la strada. “Il governo del calcio italiano va rifondato: spazio a quarantenni preparati“.

Il concetto espresso da Barbara Berlusconi è piuttosto netto: “Non è solo un problema di persone, ma anche di regole – le sue parole -. E’ arrivato il momento di cambiare una governance litigiosa e senza visione a lungo termine”.