Miracoli, non poteva mica farne il nuovo team principal della Ferrari Marco Mattiacci. E infatti nelle qualifiche del Gran Premio di Cina, la storia è sempre la stessa. Davanti a tutti sul circuito di Shanghai, bagnato da una pioggia battente, c’è la Mercedes di Lewis Hamilton che si prende la pole position in 1’53”860, ottenuto grazie a un giro clamoroso a una manciata di secondi dalla fine delle qualifiche comunque dominate fin dall’inizio dalla sua vettura. Il pilota inglese è alla terza pole consecutiva (quarta di squadra) e domani può tentare anche il tris di vittorie di fila.

Alle sue spalle c’è il sempre più sorprendente Daniel Ricciardo che con la sua Red Bull becca 585 millesimi dal pilota inglese ed è l’unico a rimanere sotto il secondo di ritardo. Alonso fa il possibile sul bagnato e chiude in quinta posizione (+1”777) dopo una prima parte di qualifiche che lo ha visto galleggiare senza mai piazzare l’assolo, riuscito invece venerdì durante le qualifiche. “Domani non dobbiamo prendere un minuto come negli altri tre gran premi – dice Alonso – Stiamo migliorando, sono curioso di vedere cosa accadrà domani. Sono sicuro però che saremo più avanti del nono e decimo posto dello scorso week end”. Terzo Sebastian Vettel e quarto Nico Rosberg, a completare le prime due file totalmente in mano all’accoppiata Mercedes-Red Bull.

Sesto posto per Felipe Massa in grave difficoltà nella prima parte di giornata ed entrato nella Q3 grazie all’ultimo tentativo nella Q2. La zampata del brasiliano è costata la qualificazione a Kimi Raikkonen, out per appena 13 millesimi ma già in grande difficoltà nella Q1. Il pilota finlandese della rossa paga una pessima giornata figlia di un venerdì nero che lo ha portato ad avere un set up tutt’altro che ottimale nelle qualifiche: “Ho avuto qualche piccolo problema nel cambio di marcia – dice Raikkonen – E’ stata una giornata difficile dopo i problemi avuti già ieri. Speriamo che domani vada un po’ meglio”. Grande la delusione del finlandese per una monoposto che continua a non sentire sua. Domenicali o non Domenicali. Domani partenza del GP alle 9 (diretta Rai1 e Sky Sport)

Twitter: @AndreaTundo1