Avevo promesso di non scrivere di politica, ma oggi faccio un’eccezione. Ho assistito alla farsa di Grillo che ha incontrato Renzi dopo aver consultato la Rete, che gli aveva detto: “Sì, vai, siamo favorevoli alle consultazioni”. Oltre ventimila persone gli hanno dettato la linea politica, democraticamente, usando quel web che il comico tanto invoca riempendosi la bocca. Consultare, in italiano, significa ascoltare, parlare con qualcuno, dialogare, prendere consiglio [dal latino consultare, der. di consulĕre «chiedere consiglio, deliberare», part. pass. consultus].

Invece Grillo cosa ha fatto con Renzi? Un monologo. Non lo ha fatto parlare. Quindi è come se Grillo avesse detto ai suoi 20mila votanti: “Io non volevo andare alle consultazioni con Renzi! Voi mi mandate lo stesso, ma io me ne frego del vostro parere a maggioranza. Vado e non lo consulto. Non mi faccio consultare. Monologo e parlo solo io!”. Capite la presa in giro? Possibile che il Movimento 5 Stelle non veda questa enorme distorsione democratica?

Poi, oggi, leggo la richiesta di Grillo di espellere altri quattro senatori. Ha iniziato con Giovanni Favia (ve lo ricordate?), poi con Federica Salsi, poi ha proseguito con un gruppo di parlamentari 5S e oggi chiede alla Rete di confermare l’espulsione di altri senatori! Cioè prova a indirizzare l’opinione del popolo del web! Una roba mai vista finora da un leader politico che usa Internet! Il grande capo, Beppe Grillo, chiede il pollice verso dall’alto del colosseo digitale. Una cosa ridicola.

Ma di cosa si sono macchiati i quattro senatori che Grillo vuole cacciare in queste ore? Hanno criticato il comico durante il monologo con Renzi. Cioè, per capirci, non hanno presentato una legge in contrasto con M5S, oppure hanno preso una tangente, o si sono espressi a favore di un inceneritore. No, niente di tutto questo. Hanno criticato il Capo, che ha fatto ridere mezza Internet col suo monologo con Renzi, mandando al vento il voto dei suoi 20 mila aderenti!

Scusate, ma voi del M5S avete il coraggio di presentare una mozione per cacciare Grillo? Lo avete questo coraggio? Siete capaci di pensare con la democrazia nel cervello? Siete figli della Rete, e quindi disponibili al confronto, alla condivisione, alla consultazione reale, o vi siete bevuti litri di bit digitali che offuscano in modo preoccupante la ragione? Siete capaci di prendervi il Movimento, eleggere democraticamente un portavoce periodico, e dare un contributo democratico reale per la rinascita di questo Paese?