“Vorrei assicurare ai cultori di ricostruzioni giornalistiche che non c’è stata nessuna contrapposizione nella formazione dell’esecutivo, ma una serena collaborazione”. Così Giorgio Napolitano dopo l’intervento del presidente del Consiglio che ha letto la lista dei ministri. Alla domanda se il governo resisterà fino al 2018, il presidente della Repubblica non ci mette “la mano sul fuoco”, ma si limita a constatare che “c’è l’impegno di Matteo Renzi”  di Manolo Lanaro