Non sono molti i modelli del segmento C – quello della Golf – a poter vantare un’omologazione sotto i 90 g/km di CO2 senza dover ricorrere a motorizzazioni ibride. Anzi, per la precisione sono solo tre, tutti in versione diesel e dotati di sistema “stop&start”: la Ford Focus 1.6 TDCi Econetic da 110 CV, la Volvo V40 D2 1.6 da 115 CV e la Renault Mégane 1.5 dCi da 110 CV. Abbiamo avuto l’occasione di guidare quest’ultima durante la presentazione della versione restyling, che andrà in vendita fra pochi giorni. L’impressione non è certo quella di guidare un’auto che sacrifichi le prestazioni sull’altare dei consumi: il 1.5 turbodiesel è un motore più che riuscito, piacevole ed elastico, che si dimostra reattivo e silenzioso a tutti i regimi. Per merito della rapportatura lunga del cambio a sei marce, in autostrada si viaggia a 130 km/h senza discostarsi troppo dai 2.000 giri al minuto, con notevoli vantaggi sul fronte dei consumi. Certo, il risultato di 3,5 litri ogni 100 km  dell’omologazione – cioè 28,5 km con un litro – derivato dalla misurazione sul banco a rulli è ottimistico, ma il “dCi 110” rimane comunque uno dei motori più parchi della categoria. Meno adatto al tipo di vettura l’assetto dell’allestimento guidato (il top, chiamato Energy GT Line): per aumentare il feeling sportivo e tenere l’auto incollata alla strada anche in curva, i tecnici Renault hanno irrigidito molle e taratura delle sospensioni e cambiato la gommatura, col risultato che il guidatore si diverte di più, ma i passeggeri sentono sulla schiena molte delle imperfezione del manto stradale.

Curato e confortevole, invece, l’abitacolo, che con il restyling guadagna anche l’optional del sistema multimediale R-Link già disponibile su Clio e Captur. Lo schermo tattile permette di gestire in maniera intuitiva i dati del veicolo, il sistema audio, la navigazione e il telefono: lo si può toccare (ma bisogna staccare la schiena dal sedile) oppure si naviga muovendo un pomello sul tunnel, collocato però un po’ troppo indietro per poterlo definire in posizione comoda. L’altra novità tecnica apportata all’ultima versione della Mégane è la possibilità di scegliere il motore turbo a benzina 1.2 TCe da 130 CV, anche in abbinamento al cambio a doppia frizione EDC. Alla Renault, però, si aspettano che più dell’80% dei clienti scelga il già citato 1.5 dCi da 110 CV, così come avvenuto con la versione in vendita finora. Per quanto riguarda la carrozzeria, invece, i tre quarti delle circa 5.700 Mégane immatricolate in Italia l’anno scorso erano familiari SporTour: un risultato che si spiega con la grande modularità di questa versione, il cui bagagliaio può arrivare a 1.600 litri con gli schienali posteriori abbattuti, e che può accogliere oggetti lunghi fino a 2,55 metri se si piegano tutti i sedili sul lato destro del veicolo.

Renault Mégane – la scheda

Che cos’è: la Mégane è il modello  medio della Renault, il più venduto nel mondo (9 milioni dal 1995). La terza e attuale generazione è nata del 2008; in vendita da questo mese in versione restyling
Che cosa cambia: Non molto: ritocchi al frontale, contraddistinto ora dalla mascherina nera e dai fari ridisegnati secondo i nuovi criteri stilistici del capo del design Laurens van den Acker. S’aggiunge alla gamma un nuovo motore quattro cilindri turbo a benzina della famiglia Energy, il 1.2 TCe da 130 CV, e fra gli optional compare il sistema multimediale R-Link
Principali concorrenti: VW Golf, Ford Focus, Opel Astra, Skoda Octavia
Varianti di carrozzeria: berlina a cinque porte, Coupé a tre porte, familiare SporTour
Dimensioni: lunghezza fra 430 e 456 cm, larghezza 180 cm, altezza fra 147 e 153 cm
Motori a benzina: 1.6 da 110 CV (solo per l’allestimento base Wave), 1.2 TCe da 115 e 130 CV. La versione sportiva RS Coupé è dotata di un 2.0 16V da 265 CV
Motori diesel: 1.5 dCi da 110 CV e 1.6 dCi da 130 CV
La versione che consuma meno: 1.5 dCi da 110 CV con stop&start, omologata per consumi di 3,5 litri/100 km ed emissioni di CO2 di 90 g/km
Produzione: Valencia (Spagna)
Prezzi:
quelli della berlina a cinque porte vanno da 19.300 euro (1.6 110 CV Wave) a 25.350 euro (1.6 dCi da 130 CV). Per la familiare bisogna aggiungere 800 euro. La “cattiva” RS è proposta in allestimento unico a 26.950 euro
In vendita da: 25 gennaio 2014