“Non c’è nessuno stop: nei primi mesi del 2014 sarà approvata la legge per concedere la cittadinanza ai figli di immigrati nati in Italia“. Parola del ministro dell’Integrazione Cecile Kyenge, in una conferenza stampa convocata a Roma all’Associazione stampa estera, per affrontare i temi legati a immigrazione e sbarchi. “A breve – continua il ministro – sarà calendarizzato in Parlamento il provvedimento per introdurre lo Ius soli“. Al centro dell’incontro con i giornalisti anche la tragedia di Prato. “Bisogna lavorare per l’integrazione e – spiega la Kyenge – coltivare in questo senso i rapporti con il governo cinese. Stiamo lavorando gradualmente anche per cambiare molti aspetti della legge Bossi-Fini che vanno nella direzione dell’integrazione”  di Annalisa Ausilio