Stoccata sul tema delle candidature alle Olimpiadi del governatore della Lombardia Roberto Maroni (Lega Nord) al sindaco di Roma Ignazio Marino. All’arena civica di Milano, dove è stato organizzato una riunione per definire le sorti della candidatura italiana alle Olimpiadi del 2024, Maroni ha commentato l’assenza di Marino con una punta di sarcasmo: “La ritengo un’assenza giustificata – ha detto – perché Marino deve occuparsi dei conti della sua città che ha un bilancio sull’orlo del fallimento e non vedo come una città così possa ospitare le olimpiadi”. Intanto il presidente del Coni Giovanni Malagò ha spiegato che si rivedranno a Roma tra un paio di settimane tutte gli amministratori pubblici interessati, ribadendo che non c’e nessuna competizione tra Roma e Milano. E proprio il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, ha detto che “la Capitale è preparata perché nel 2025 ci sarà anche il Giubileo, ma Milano con l’Expo diventerà punto di riferimento internazionale che darà forza ulteriore e “insieme a Roma riusciremo a vincere” di Alessandro Madron