“Propongo all’assemblea la data dell’8 dicembre per il congresso“. Lo ha Guglielmo Epifani al termine del suo intervento all’assemblea. Un annuncio che non ha placato le tensioni sulle regole proseguite per tutta la seduta (anche perché, nella giornata di oggi, comunque, non si arriverà ad alcuna decisione certa): “Avremmo già dovuto fare il congresso, non ci sono regole, i delegati non possono discutere di niente. Arriverà una relazione senza dibattito. Discutiamo solo domattina su quello che ci diranno. Mi sembra una cosa a tratti scandalosa e stupida“. Lo dice il deputato Pippo Civati in un’intervista a Globalist.it: “In un momento di disorientamento totale – aggiunge Civati – in cui la linea la dà il video di Berlusconi, vorrei sapere se si può discutere così, se il partito ha ancora un legame con elettori e dirigenti, perché l’assemblea è appunto composta da dirigenti, o se facciamo altro. Il dibattito sulla data è incredibile”. Il congresso, secondo Civati, “prima si tiene e meglio è” e “resta incredibile che ne discutono da tre mesi”. Quindi, sulle primarie osserva: “Siano aperte a tutti senza stare a pensare che poi ci siano infiltrati della destra e se andiamo avanti così altro che quelli di destra, non ci viene più nessuno a votare alle primarie”. Segui la diretta streaming dell’assemblea: