“Sono due coglioni. Ogni manifestazione di intolleranza è inaccettabile”. Guido Crosetto, uno dei leader di Fratelli D’Italia, interviene a muso duro sullo spot omofobo realizzato dai due esponenti veneti del partito, candidati alle prossime politiche. “Mi dispiace che debba risponderne io – continua Crosetto – per me vale la mia storia, la mia linea sui diritti civili è nota da tempo, lo può testimoniare Paola Concia”. Ma cosa accadrà ai due esponenti? “Saranno deferiti ai probiviri, non possono buttare fango sul partito”. Sulla possibile espulsione, Crosetto spiega: “Io e Giorgia interverremo di certo. Bisogna fare un atto duro contro queste persone.Fosse per me li sospenderei subito”  di Nello Trocchia