Associazione per delinquere finalizzata all’evasione fiscale. E’ questa l’ipotesi di reato ipotizzato dai magistrati della Procura partenopea nei confronti dell’ex presidente del Napoli Corrado Ferlaino. L’indagine, condotta dai pm Fabio Massimo Del Mauro e Vincenzo Piscitelli, riguarda una presunta maxi evasione fiscale da 30 milioni di euro attraverso la costituzione di società all’estero, in Lussemburgo, Inghilterra, Svizzera e America Latina. In mattinata, inoltre, la Guardia di Finanza del comando provinciale di Roma con la collaborazione dei colleghi di Napoli sta facendo perquisizioni in abitazioni e uffici dell’ex numero uno degli azzurri e della sua ex moglie Patrizia Boldoni.