Gli analisti attribuiscono la colpa dell’impennata dello spread, nonostante la presenza rassicurante di Monti e l’azione del suo governo, all’incertezza politica del dopo-Monti. Il Financial Times arriva esplicitamente a dire che un elemento fondamentale è la mancata volontà di Berlusconi di farsi da parte una volta per tutte.

Non importa se sia vero o no. Dal momento che viene detto, i cosiddetti “mercati” ci credono e diventa vero producendo le conseguenze del caso: più spread, più instabilità, più voglia di populismo.

Ora, un pensiero agghiacciante mi attraversa la mente. Molti investitori hanno scommesso sulla fine dell’euro – e per ora hanno perso parecchi soldi, ma non demordono. E se uno come Berlusconi, che possiede ingenti somme di denaro e può far salire lo spread con una dichiarazione alla stampa, volesse approfittarne? Sarebbe facile: basterebbe investire un bel po’ di danaro scommettendo sul rialzo dello spread, sul default della Grecia, sulla caduta dell’euro, vedete un po’ voi. Poi fare una bella conferenza stampa e annunciare la ridiscesa in campo. Infine aspettare un po’ e riscuotere. Mica male no? Il più gigantesco conflitto d’interessi della storia, ma invisibile e impossibile da dimostrare.

Sia chiaro: non sto in alcun modo dicendo che ciò sta succedendo o succederà. Però è teoricamente possibile, e basta questo a dimostrare quante falle abbia il sistema in cui siamo immersi.

Non è colpa della Bce, della Bundesbank, dei tedeschi o dei greci. È colpa nostra, che abbiamo permesso la distruzione di quasi tutta la credibilità del Paese e adesso siamo incapaci di rinnovare la nostra classe politica.

Possibile che non si possa creare un movimento o un partito di gente onesta, seria e preparata, senza le ombre di populismo urlato del grillismo? Che non ci sia un solo leader (a parte Monti, se Monti è un leader) capace di offrire (soprattutto all’estero) una prospettiva di continuità delle riforme, ora che buona parte del “lavoro sporco” è fatta?

Se ci fosse, un partito così, lo voterei senza esitazione. Anche con questa legge elettorale.

Disclaimer: Come riportato nella bio , il contenuto di questo e degli altri articoli del mio blog è frutto di opinioni personali e non impegna in alcun modo la Commissione europea.