In Puglia la cultura va in piazza. Con grandi ospiti, italiani e internazionali, che si confrontano su attualità, economia, letteratura e spettacolo. Da ormai 10 anni, a Polignano a Mare (Bari), si rinnova l’appuntamento con “Il libro possibile”, che torna dal 6 al 9 luglio con quattro serate di tavole rotonde (o “piazze tematiche”, come le definiscono gli organizzatori).

Col tempo il festival è diventato uno degli eventi culturali più interessanti e seguiti tra quelli organizzati in estate nel Sud Italia, anche grazie a una formula che riesce ad avvicinare il grande pubblico a tematiche “alte”. E in occasione del decennale, a “Il libro possibile” quest’anno ci sarà spazio, in particolare, per le tematiche ambientali: si parlerà infatti di green economy, di ecomafie e allarme clima.

Organizzato dalle associazioni culturali Artes e Cartesio, sotto la direzione culturale di Rosella Santoro (che a Polignano in passato per ben due volte ha portato Roberto Saviano, anche prima che “Gomorra” diventasse un bestseller) il festival vedrà la presenza, tra gli altri ospiti, del direttore di Saturno Riccardo Chiaberge: insieme a Franco Cassano e Paola Laforgia, Chiaberge presenterà l’inserto culturale de Il Fatto Quotidiano sabato, alle ore 22, in piazza Carime.

Quanto agli altri appuntamenti, c’è davvero l’imbarazzo della scelta: mercoledì sera, ad esempio, alle 22.15 il magistrato Armando Spataro presenterà il libro “Ne valeva la pena”, con Giuliano Foschini, in piazza dell’Orologio. Sempre domani, alle 23.30 in piazza San Benedetto, Francesca Comencini sarà protagonista di un reading dal romanzo “Famiglie”, con l’attrice Valentina Lodovini (a presentare l’incontro Rosella Santoro). Il 7 luglio, alle 21.45 in piazza San Benedetto, toccherà a un altro magistrato, Antonio Ingroia, che con Giovanni Longo e Giovanni Russo parlerà del libro “Nel labirinto degli dèi”. Alle 23.30, invece, sempre in piazza San Benedetto, Serena Dandini dialogherà con Rosella Santoro sul bestseller “Dai diamanti non nasce niente”. Venerdì, alle 21, nella stessa piazza, Gianrico Carofiglio si confronterà con Walter Veltroni sul libro “La manomissione delle parole”. Sempre l’8 luglio ci saranno, tra gli altri, anche Vittorio Sgarbi, Dario Vergassola, Francesco Piccolo e i cinque finalisti del premio Strega (Bruno Arpaia, Luciana Castellina, Mario Desiati, Edoardo Nesi, e Mariapia Veladiano), che verrà assegnato la sera precedente a Roma. Nella serata finale de “Il libro possibile”, che quest’anno si sposa con la celebrazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, oltre all’appuntamento con “Saturno” ci sarà, tra gli altri, anche quello con il Governatore Nichi Vendola, questa volta in versione poeta: il suo reading inizia alle 20.30.

Per ulteriori particolari sul festival e per il programma completo degli eventi (gli incontri si svolgono tutti in serata, a partire dalle 21), è consultabile online il sito www.libropossibile.com