Una controffensiva puntigliosa per respingere le accuse dei pm milanesi con una chiusa tutta politica in cui Silvio Berlusconi ribadisce di voler andare avanti con il governo e procedere ad una riforma della giustizia per impedire che magistrati di sinistra tentino di far fuori chi è stato democraticamente eletto.

Sarebbe questo, secondo quanto si apprende, parte del contenuto del messaggio ai Promotori della Libertà che il premier sta registrando in questi minuti a palazzo Grazioli, e che sarà reso pubblico in serata. Il Cavaliere punta anche su quella che definisce una persecuzione giudiziaria, sulla totale inconsistenza delle accuse, entrando nei dettagli della vicenda Ruby e sottolineando che un simile dispiegamento di mezzi e forze dell’ordine viene messo in campo solo per combattere la criminalità organizzata. Nel rigettare ogni addebito, sostenendo che sarà facilissimo smontare il teorema accusatorio, Berlusconi parla di violazione dei principi costituzionali e conferma anche di non voler andare dai pm milanesi perche’ li considera non competenti sulla vicenda.