Quello che stai leggendo è un invito a partecipare agli Stati generali della Precarietà 2.0. Una due giorni di dibattiti, workshop, proposte su lavoro, precarietà e diritti, che segue le prime animate assemblee dello scorso ottobre. In soli tre mesi le controriforme dell’università, il Collegato lavoro, e gli accordi di Mirafiori e Pomigliano d’Arco hanno peggiorato un quadro già buio per la maggioranza dei cittadini. I precari hanno il dovere di ribellarsi!

Un totale di 9 appuntamenti animeranno la due giorni affrontando la precarietà da prospettive diverse ma strettamente connesse: precarietà lavorativa, formativa, migrante, di reddito, metropolitana, operaia…

Si parte sabato mattina con due appuntamenti: una discussione aperta sul mondo della conoscenza e della produzione dei saperi, e un confronto sulle lotte migranti. Seguono una riflessione sulla precarietà di reddito e gli strumenti per superarla, un dibattito sulla giornata del 14 dicembre, un workshop di discussione sugli spazi metropolitani e uno sul mondo dello spettacolo.

Domenica si prosegue con un confronto fra realtà e lotta operaie di ieri e di oggi, un workshop sul Collegato lavoro e l’organizzazione biosindacale; nel mentre si presentano i Quaderni per il reddito del Bin-Italia e i Quaderni di San Precario. A conclusione un’assemblea raccoglierà in un orizzonte comune stimoli e proposte.

Dalle 10.00 di sabato 15 gennaio e per tutto il weekend ti aspettiamo allo spazio SOS Fornace, di via Moscova 5, a Rho (Milano). Inventiamo e proponiamo nuove forme di azione contro i ricatti aziendali. Pretendiamo un nuovo stato sociale fatto di cittadinanza, eguaglianza e rispetto dell’uomo.