Nuovo monito di Bruxelles sulla situazione dei rifiuti di Napoli: in mancanza di un efficace piano di gestione, la Commissione sarebbe obbligata a rivolgersi nuovamente alla Corte, la quale probabilmente imporrebbe delle ammende all’Italia. Lo afferma il commissario Ue all’ambiente Janez Potocnik.

La Campania deve adottare “con urgenza” un nuovo efficace piano di gestione dei rifiuti: altrimenti, “persisterebbero i rischi per la salute e i danni a livello ambientale”. Il commissario ha ricevuto la “relazione preliminare dalla delegazione che ha visitato la Campania in settimana”, in cui si conferma “che le misure necessarie per dare esecuzione alla sentenza pronunciata nel marzo scorso dalla Corte di Giustizia europea non sono ancora state applicate”.

“Continuo a temere che ci vorranno ancora diversi anni per creare le infrastrutture necessarie a garantire un’adeguata gestione di tutti i rifiuti domestici prodotti in Campania – 7200 tonnellate al giorno – e per scongiurare l’insorgere di ulteriori emergenze rifiuti”, aggiunge il commissario.