Parlando al telefono con Franco Bassi, mitico Fondatore del circolo Arci Fuori Orario di Reggio Emilia (l’ala dura delle Lasagne Rosse), abbiamo avuto un’idea che mi sembra geniale e sulla quale vorrei qui aprire la discussione, alla ricerca di idee e collaborazioni concrete.

L’idea è costruire un progetto in modo nuovo, coinvolgendo centinaia di persone a fare e non solo a guardare.

Innanzi tutto devo spiegare che sia Alcatraz che Fuori Orario sono arrivati a mettere in pratica i discorsi sull’ambiente raggiungendo insieme la produzione di più energia di quanta ne consumino. Fuori Orario, che ha dato il via anche a un nuovo colossale impianto fotovoltaico, ha fatto di più con una serie di idee comiche, come quella delle cyclettes che ti siedi al bancone del bar e pedalando ripaghi il costo energetico del frigorifero che ha raffreddato la tua bibita o la griglia per salsicce che riscalda contemporaneamente l’acqua.

L’idea è di associare il comico e il ludico alla difesa dell’ambiente creando una serata happening-evento-spettacolo-show, perché intanto che fai la cosa giusta tanto vale che la fai in modo che faccia anche ridere. Solo i malvagi hanno interesse a restare seri. Quando ridono si vede che non sono capaci.

Apriamo una discussione e scateniamo le menti. Indiposcia ci raduniamo in due orde, una a Fuori Orario e una a Alcatraz, cioè fisicamente alcune delle persone più fantasiose del pianeta convergono sui due obiettivi. E inoltre raggruppiamo le migliori invenzioni vere e le migliori assurde. Presentiamo in prima mondiale nella nostra serata (data da destinarsi) il nuovo mulino a vento “a fungo” (esiste veramente ma non è allucinogeno), e il raccoglitore di scoregge (dotato di ventose da sedere, tubi e compressore) che permette di sottoscrivere una scoreggia e ottenere in cambio l’accensione gratuita di una sigaretta (visto che abbiamo sei o sette lettori irascibili specifico che si tratta di una scemata, non funziona veramente anche se effettivamente 6 miliardi di esseri umani continuamente scoreggianti producono ogni giorno l’energia equivalente alle 4 centrali nucleari che vuol costruire quel giovinotto di bell’aspetto che siede a Palazzo Chigi).

Quindi, per farla breve, un sfilata di invenzioni geniali e due gruppi di persone che iniziano a produrre giochi ed eventi in collegamento via web tv, chat, sms, Skype, posta celere e telegrafo specchi e tamburi con il mondo intero. E lavorano insieme creando un laboratorio creativo diffuso (ma sarò patacca a trovare questi paroloni per chiamare le cose o no?).

Ad esempio, Freak Antony, degli Skiantos, potrebbe comporre e cantare in diretta una canzone con dentro le strofe inviate da centinaia di telefonini. Sms Music! Potremmo raccogliere foto di gesti ecologici dadaisti e farne un album delle figurine, oppure in contemporanea, a Bari, potrebbe svolgersi un flash mob con l’obiettivo di verificare se 500 persone che si baciano contemporaneamente provocano veramente l’abbassamento del Pm10 nell’aria come sostiene il professor Giovanni Karen, fisico docente presso la Libera Università di Barcellona (suo il saggio: “Baciarsi migliora l’ambiente (e generalmente mentre ti baci non dai fastidio a nessuno)”.

Questa la ciccia. Fatevi sotto con le idee. (Ovviamente siamo apérti a collaborazioni con altri centri culturali interessati a creare gruppi creativi locali che si collegheranno via web tv, radio, siti web e qualunque cosa sia in grado di collegarsi in qualunque modo utilizzando qualunque codice comunicativo conosciuto).

Sarà afrodisiaco!