Armatevi (di mouse) e votate. Arrivano anche quest’anno (e siamo alla sesta edizione) i Macchianera Blog Award, prestigioso riconoscimento per i migliori blog d’Italia diventato ormai un appuntamento fisso da quando – nel 2003 – il giornalista e blogger Gianluca Neri lo lanciò dal blog “Macchianera”. Gli Awards verranno consegnati a Riva del Garda durante la Blogfest, ovvero “l’evento che ogni anno riunisce tutto ciò che in Italia gravita attorno alle community della Rete”, in programma il 24, 25 e 26 settembre.

Dopo un periodo di segnalazioni online da parte degli utenti, sono partite le votazioni, che si potranno esprimere fino a giovedì 23 sulle cinquine di candidati al premio finale per le numerosissime categorie: per dare le proprie preferenze basta collegarsi al sito www.blogfest.it. In lizza per “Miglior blog 2010” corrono Leonardo, Metilparaben, Piovono Rane, il Post e il sito collettivo di “cattiverie” Spinoza.it. Per il blog “rivelazione“ se la giocheranno invece Non leggere questo blog, ComedySubs, In coma è meglio, Ma che Davvero, Metilparaben.

Anche il nostro sito è in nomination: per il premio “Miglior testata giornalistica online” ilFattoQuotidiano.it si contende l’Oscar con il Corriere della Sera, Repubblica, il Post e La Stampa.it. Spazio poi al “Miglior blog culinario” (Dissapore, Giallo Zafferano, Il Cavoletto di Bruxelles, La Cuoca Petulante, Un tocco di zenzero); “Miglior blog cinematografico” (Cineblog, I 400 calci, Friday Prejudice, Il cinema secondo me, Memorie di un giovane cinefilo); come “Miglior blog erotico” concorrono Irrisolta, Lindalov, Lyza, Malafemmena e Sophieboop. Gli Award non trascurano nessuna disciplina sulla quale sono impegnati i blogger “santi, poeti e navigatori” italiani: musica, grafica, community, televisione, letteratura, vignette (in questa categoria corre anche il blog di Stefano Disegni). E quest’anno c’è pure una novità: si sfideranno anche i politci Antonio Di Pietro, Pippo Civati, Ivan Scalfarotto, Nichi Vendola, che con i loro blog cercheranno di prendere più voti di PolisBlog. Per iscrivere il loro nome nell’albo dei Blog Award. Un premio ricco di storie, idee e persone così com’è la Rete italiana.