/ di

Sandra Amurri Sandra Amurri

Sandra Amurri

Giornalista

Sono nata ad Ascoli Piceno, dal 1991 sono giornalista professionista. Ho scritto per il mensile Historia, Epoca, Panorama, per La Repubblica, Sette, il Corriere della Sera, per L’Unità di Colombo e Padellaro, L’Espresso. Dal 2009 lavoro al Fatto. Autrice del libro L’Albero Falcone (Fondazione Giovanni e Francesca Falcone, 1992), faccio parte del comitato scientifico “Progetto Legalità” della Fondazione Antonino Caponnetto. Ho realizzato due speciali sulla storia di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Tra le interviste esclusive: Madre Teresa di Calcutta, il capo dell’Fbi Louis Free, Ninetta Bagarella-Riina, la figlia Maria Concetta, Yasser Arafat, Giuseppe Dossetti, All Kaateb (processo All- Iberian), il presidente del Venezuela Hugo Chavez. Mi sono occupata di inchieste sul narcotraffico in Colombia, sugli intrecci tra mafia, politica e appalti, sull’Anas e sulle Ferrovie.

Blog di Sandra Amurri

Mafie - 24 maggio 2017

‘FalconeeBorsellino’, in Rai nessun cenno alla verità occultata e depistata

“La legalità è servizio pubblico: maratona Rai con Fazio, Pif e Saviano” titola oggi il Messaggero. Una maratona sì, ma di fatti raccontati mille volte in questi 25 anni, fatti che sappiamo a memoria. Alcuni addirittura patetici come l’intervista di Pif al barbiere di Paolo Borsellino, con in primo piano la poltrona dove era seduto quando […]
Cervelli in fuga - 13 marzo 2017

Fuga dei cervelli: caro Luca, sento di doverti chiedere scusa

Alcuni giorni fa ho incontrato un ragazzo, figlio di miei amici, impiegati pubblici, compagni, a loro volta figli di compagni contadini, quelli di una volta che zappavano la terra e coltivavano la speranza di seminare ciò che un giorno avrebbe fatto germogliare un mondo più giusto, più eguale. Luca M. ha 25 anni, si è […]
Cronaca - 20 febbraio 2017

Ivan Cicconi, il mio amico, se n’è andato

Come sempre accade quando un amico caro, persona per bene, competente, umile, generosa nel mettere a disposizione il suo valore e il suo sapere, se ne va, è come se anche una parte di te se ne andasse via con lui. E resti più povera, dentro. Ivan Cicconi, l’ingegnere civile nato a Fermo, nella mia […]
Donne - 10 febbraio 2017

Virginia Raggi, su Libero è ‘Patata bollente’: l’indifferenza delle donne è il vero sessismo

“Patata bollente” è il titolo di apertura del quotidiano Libero con tanto di foto di Virginia Raggi. Un titolo che porta con sé la pretesa dell’ironia. Ma l’ironia, come canta Fiorella Mannoia, “ti salverà la vita” solo se libero da detriti sessisti lo sei davvero. Fin qui potremo esclamare: nulla di nuovo sotto il sole, offuscato da […]
Giustizia & Impunità - 19 maggio 2014

Estradizione Dell’Utri, anche il Presidente della Repubblica libanese dice sì

Il decreto di estradizione dell’ex senatore di Forza Italia Marcello Dell’Utri, condannato a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa, latitante a Beirut, è stato firmato anche dal Primo Ministro e dal Presidente della Repubblica. A consegnarlo ieri mattina nelle mani del Presidente della Repubblica libanese, Michel Soleiman, è stato il Primo Ministro Tammam […]
Economia & Lobby - 18 luglio 2013

Ilva: un anno dopo le promesse, i Tamburi di Taranto suonano ancora a morto

Taranto - Quartiere Tamburi Taranto –  È una giornata ventosa a Tamburi, il quartiere che custodisce nel suo grembo il mostro che si chiama Ilva. Una mamma con una mano spinge lentamente il passeggino e con l’altra controlla che il cappellino ripari il viso del suo bimbo non dal sole ma dalla polvere rossa che il vento, che oggi […]
Politica - 20 gennaio 2013

Il senatore Crisafulli e gli altarini

Il senatore del Pd Mirello Crisafulli  da Enna, l’escluso dalle liste del Pd dopo la campagna sugli impresentabili de Il Fatto Quotidiano, accusato il colpo passa all’attacco e scopre gli altarini. Questi i primi due se ne attendono altri Primo altarino: “Davide Zoggia, Pd, ex presidente della provincia di Venezia, capolista Veneto 1 mi chiamò per non […]
Cronaca - 12 ottobre 2012

Lettera al capo della Polizia Antonio Manganelli

Dottor Antonio Manganelli, ci piacerebbe sapere cosa ha provato nel vedere il video trasmesso da “Chi l’ha visto” mercoledì sera con il bambino di 10 anni prelevato in una scuola di Padova dai “suoi” agenti dal banco a cui restava aggrappato con le mani, nel disperato tentativo di non essere portato via mentre le sue urla […]
Media & Regime - 18 settembre 2011

Il piano umano è un piatto forte di pochi

Cara Luisella, lungi da me – ovviamente – entrare nella polemica tra te e Luca Telese – e non solo perché la ritengo privata e di scarso valore giornalistico. Mentre lo spunto per alcune riflessioni mi viene suggerito da quel tuo “il piano umano non è il piatto forte del nostro Luca”. L’umanità che si […]
Cronaca - 2 agosto 2010

Afragola, giornalisti senza vergogna

Nessun moralismo lungi da me. Né tantomeno la volontà di impartire lezioni non ne sarei all’altezza. Ma tacere equivarrebbe ad acconsentire. E non si può acconsentire al calpestamento delle regole più elementari del rispetto per una bambina imposto i dalla Carta di Treviso sottoscritta dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti e ignorata ieri da tutti i direttori […]
Capaci, 25 anni fa. Il giorno in cui portai a Palermo il tricolore
Strage di Capaci 25 anni dopo. Grasso presenta libro di ricordi: “Vivo con senso di colpa del sopravvissuto”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×