/ di

Roberto Faenza

Articoli Premium di Roberto Faenza

Cultura - 29 agosto 2018

Portare i giovani nelle sale si può, anche senza Netflix

Si apre il Festival di Venezia. In realtà si chiama Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, una denominazione dannunzianamente pomposa, ereditata dal fascismo che la fondò nel 1932. Quest’anno si presenta come forse la migliore di sempre. Al punto che Cannes sembra impallidire. Il direttore Barbera si è dimostrato più aggiornato non disdegnando, come invece i francesi, […]
Italia - 14 agosto 2018

Il lento declino di Capalbio nascosto dalle spiagge dei vip

Quest’estate Capalbio, la piccola Atene come viene scioccamente chiamata, non ha avuto gli onori della ribalta. Mentre gli altri anni occupava le prime pagine con politici e vip immortalati all’Ultima spiaggia, ora è la riviera romagnola a dominare, con Matteo Salvini al flipper in riva al mare. La retrocessione del borgo maremmano è l’occasione per […]
Commenti - 31 luglio 2018

Oltre le nomine, esiste anche un progetto?

L’ultima volta che ho avuto l’onore di incontrare Indro Montanelli è stato a pranzo con Marcello Mastroianni, in occasione dell’uscita del nostro film Sostiene Pereira. A un certo punto Montanelli si mise a parlare della Rai. Diceva che i suoi dirigenti andrebbero condannati non per ciò che fanno ma per quanto non fanno. Secondo lui […]
Commenti - 11 luglio 2018

Povera, ma aperta: ecco la Roma del 2030

Roma 2030. Non è il titolo di un film, ma di un rapporto su come potrebbe essere Roma tra vent’anni, curato dall’instancabile sociologo Domenico De Masi, affiancato da un pool di firme prestigiose, da Giancarlo De Cataldo a Marco D’Eramo a Enrico Giovannini e molti altri. 246 pagine che prefigurano il futuro della Capitale. Roma, […]
Politica - 27 giugno 2018

Senza progetti si muore. I “nuovi” non pensino solo ai posti da spartire

“Oggi la televisione è morta. Ho ricevuto un telegramma dall’ospizio: funerali domani. Distinti saluti”. Scriveva così Albert Camus nel romanzo Lo Straniero. Ho sostituito la parola “mamma” con “televisione”, per il resto sembra di assistere al balletto sulle nomine Rai. A breve la tv come l’abbiamo conosciuta non esisterà più. La sua fine è decretata […]
Commenti - 8 giugno 2018

Il cda Rai, primo banco di prova per l’esecutivo

Il primo banco di prova del governo sarà a breve, quando verrà deciso il futuro della Rai con il rinnovo del Cda. Avremo la solita lottizzazione o finalmente l’azienda sarà liberata dalla servitù politica? Credo di parlare con cognizione sin da quando un mio pamphlet, Senza chiedere permesso, fu tra le cause della caduta del […]
Cultura - 31 maggio 2018

Terapia per grande schermo (prima che diventi cadavere)

Luchino Visconti in un articolo dal titolo Cadaveri scriveva: “Che i giovani d’oggi si debbano trovare come bastoni tra le ruote numerosi cadaveri, ostili e diffidenti, è cosa ben triste”. Dobbiamo temere che l’industria cinematografica odierna sia simile al secolo scorso? L’incontro della sindaca Raggi e del suo vice Bergamo alla Casa del cinema è […]
Commenti - 10 maggio 2018

Il fantasma delle librerie indipendenti

Al salone del libro di Torino, sempre in lotta con Milano, c’è una sorpresa. Per celebrare i 200 anni del capolavoro di Mary Shelley, Frankenstein, in una villa verranno rinchiusi 4 scrittori a scrivere un racconto di ghost. Forse una scelta allegorica, per alludere al fantasma che si aggira per l’Italia: quello della scomparsa delle […]
Commenti - 4 maggio 2018

Perché Roma può fare molto per il cinema

L’altroieri la sindaca Raggi e il suo vice nonché assessore alla Cultura Bergamo hanno convocato i rappresentanti del cinema italiano per ascoltare i loro desiderata e spiegare le intenzioni del Comune nei confronti di un’industria che è tra le più importanti della Capitale. È mancata all’appello la Regione, che con Zingaretti molto sta investendo nel […]
Commenti - 23 marzo 2018

Caso Facebook, Il nuovo segreto di pulcinella

Scoprono gli scandali quando i buoi sono scappati dalla stalla. Le notizie che in queste ore hanno investito Facebook e gli altri social hanno aperto una voragine. Le anime candide la scoprono solo ora. Non sapevano di traffici ancora peggiori? I guai sono iniziati anni fa quando alcune case farmaceutiche, entrate in possesso di dati […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×