/ di

Otello Lupacchini Otello Lupacchini

Otello Lupacchini

Giusfilosofo e magistrato

Nato tanti anni or sono a Lapedona, sono cresciuto alla scuola di un colto gesuita vomitato dalla Compagnia. Addottoratomi a Bologna, poco più che ventenne, ho goduto di una certa fortuna nel foro, tra Cortina d’Ampezzo e Belluno, dove ho messo su felicemente famiglia. Sorta di moderno praetor peregrinus, ho quindi navigato perigliosamente tra Roma, Venezia, Riesi, Bologna e di nuovo Roma, incrociando eventi sanguinosi, personaggi ripugnanti e consorterie micidiali: stragi, sequestri di persona con soppressione dell’ostaggio, bombaroli neri, terroristi assassini rossi e neri, uomini d’onore sanguinari, banditi nati per uccidere e per morire ammazzati, sbirri e spioni senza scrupoli, pubblici funzionari corrotti o, peggio, dediti alla concussione, politicanti doppiogiochisti, statisti senza alcun senso dello Stato, faccendieri spregiudicati, tirapiedi in agguato per prendermi all’amo. Almeno sin qui, ho resistito alle astuzie gaglioffe ed ho anche rassegnato le mie eclettiche esperienze ad articoli (Metodo e linguaggio letterario come strumento di narrazione del fatto processuale, 2013; Governare con la paura, 2014; Nell’Italia del Terzo Millennio, c’è ancora spazio per il Terzo Potere?, 2015), saggi (Banda della Magliana, Koinè Nuove Edizioni 2004; Il ritorno delle Brigate Rosse, Koinè Nuove Edizioni 2005; 12 Donne un solo Assassino, con Max Parisi, Koinè Nuove Edizioni 2006; Impronte Criminali, Koinè Nuove Edizioni 2015; In Pessimo Stato, 2015) e anche ad un romanzo (Malagente, 2009).

Blog di Otello Lupacchini

Cultura - 22 Febbraio 2019

Settant’anni fa ci hanno spiegato la corruzione nei palazzi di giustizia. E le cose non sono cambiate

Nonostante il tempo trascorso, Corruzione al Palazzo di giustizia – dramma concepito da Ugo Betti 75 anni orsono, nel 1944, e rappresentato per la prima volta, 70 anni fa, il 7 gennaio 1949, al Teatro delle Arti di Roma – è di una sconvolgente attualità. “In una città straniera ai giorni nostri” il cadavere di Ludvi-Pol, […]
Cronaca - 29 Gennaio 2019

Emilio Alessandrini, il giudice dalla ‘faccia mite’, giustiziato dagli eversori che combatteva

1979 annus horribilis. A quella del primo sindacalista e militante del Partito Comunista Italiano, Guido Rossa, a Genova, seguiva l’uccisione, qualche giorno dopo, del primo magistrato a Milano, Emilio Alessandrini, che dal suo arrivo in città, alla fine del 1968, e sino alla sua tragica scomparsa, con funzioni di Sostituto procuratore, s’era sempre occupato di […]
Cronaca - 24 Gennaio 2019

Guido Rossa, quarant’anni fa quell’omicidio segnò una svolta. Anche per le Brigate Rosse

“Pur consapevole dei pericoli cui andava incontro, non esitava a collaborare a fini di giustizia nella lotta contro il terrorismo”: così recita la motivazione della medaglia d’oro al valore civile con cui fu insignito Guido Rossa, operaio e sindacalista all’Italsider di Genova Cornigliano, iscritto al Pci, assassinato quarant’anni or sono da un commando brigatista, mentre […]
Cultura - 16 Gennaio 2019

1984 compie 70 anni. Un ritratto profetico del potere di ieri e di oggi

Cade quest’anno il 70esimo anniversario della pubblicazione di 1984, romanzo la cui stesura definitiva era stata siglata l’anno precedente da George Orwell: il titolo, evocante un tempo da venire, nasceva dal rovesciamento delle ultime due cifre del 1948. L’antefatto di questo racconto antiutopico va ricercato nel brindisi, poi lite furiosa, per la reciproca truffa del […]
Cultura - 6 Gennaio 2019

La fattoria degli animali, George Orwell ci racconta l’arroganza del potere

La satira dello stalinismo e di ogni politica che tra sopraffazione e menzogna degeneri in esercizio del potere, avviata da George Orwell con il romanzo allegorico La fattoria degli animali pubblicato nel 1945, venne portata a termine col romanzo antiutopico 1984, siglato nel 1948 e pubblicato 70 anni or sono, nel 1949. Scrittore anticonformista alla maniera […]
Cultura - 26 Dicembre 2018

I ‘Poteri occulti’ in Italia si sono annidati nelle istituzioni. Riuscendo a condizionarle

“Il tema dei poteri occulti è essenziale per la comprensione del nostro Paese, sfuggente e inafferrabile per natura, l’argomento lascia smarriti, un po’ persi tra le nuvole di ciò che esiste ma non è.” È questo il significativo incipit del saggio di Stefania Limiti, Poteri occulti, pubblicato or sono alcuni mesi in agile volumetto dall’editore […]
Lavoro & Precari - 24 Ottobre 2018

Disoccupazione, ho trovato come risolverla: reintroduciamo la schiavitù

Molti anni or sono, per ragioni, a dire il vero, non proprio edificanti, frequentai una Scuola di specializzazione postuniversitaria. Vi si studiava, innanzitutto, il c.d. Statuto dei lavoratori, nome con cui è nota la l. n. 300/1970, contenente “norme sulla tutela della libertà e dignità dei lavoratori, della libertà sindacale e dell’attività sindacale nei luoghi […]
Giustizia & Impunità - 12 Ottobre 2018

Mimmo Lucano e il diritto di resistenza. A cosa servono le leggi

C’erano una volta gli intellettuali, una categoria di scienziati, studiosi, insegnanti, artisti, giornalisti magari non così numerosi come oggi e che contava qualcosa nella storia della società, sapeva contrastarne le tendenze distruttive e autodistruttive, discutere le soluzioni adottate dai politici per risolvere i problemi più gravi e impellenti, e finire a volte in galera, per […]
Cultura - 4 Ottobre 2018

Ogni giorno incontro degli stupidi. La sera però parlo con Giordano Bruno

Diversamente da quel che Niccolò Machiavelli raccontava all’amico Francesco Vettori nella famosa lettera del 10 dicembre 1513, non mi capita mai la mattina di andare a caccia, di chiacchierare con i boscaioli, di leggere libri d’amore poco impegnativi, né sono solito nel pomeriggio dopo il pranzo giocare “a cricca e a tric trac” e così trascorrere […]
Società - 24 Settembre 2018

Razzismo senza razza. Come è cambiata la discriminazione postmoderna

Vari filosofi, da Benjamin a Foucault, da Elias a Derrida, hanno messo bene a fuoco come, nel corso della storia, la meccanica del potere abbia assunto a bersaglio il corpo, prima, per attivarne permanentemente la dissimmetria con quello del re, poi, per renderlo più potente e allo stesso tempo funzionale alla logica produttiva e disciplinare […]
Un editore fuorilegge tra William Burroughs e Allen Ginsberg
Valtrend, tra editoria e storia. Uno scudo di carta per la letteratura a Napoli

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×