/ di

Giorgio Meletti Giorgio Meletti

Giorgio Meletti

Giornalista

Sono nato a Cagliari. Mi sono laureato in storia all’Università di Pisa. Vivo a Roma, dove attualmente scrivo per «Il Fatto Quotidiano». Da venticinque anni giornalista specializzato in economia, ho lavorato per «La Nazione», «Paese Sera», «Il SecoloXIX», «Fortune», «Il Mondo» prima di fermarmi per dieci anni al «Corriere della Sera», dove mi sono occupato in prevalenza dell’industria pubblica e degli incroci tra economia e politica. Successivamente ho guidato la redazione economica del Tg La7. Ho insegnato «Economia e gestione delle imprese» come professore a contratto all’Università di Pisa. Ho curato con Luca De Biase Bidone.com, storia della bolla Internet all’italiana, pubblicato nel 2001 da Fazi. Con Gianni Dragoni ho firmato per Chiarelettere La paga dei padroni (2008).

Articoli Premium di Giorgio Meletti

Commenti - 17 giugno 2018

Wolf-Lanzalone, il capitalismo di pranzi e cene

L’inchiesta romana sulla lama dell’avvocato Luca Lanzalone nel burro del muro anti-corruzione pentastellato, conferma una regola aurea: ai reati pensino i magistrati, la politica si occupi dei comportamenti leciti ma lo stesso ripugnanti, i selfie che la classe dirigente italiana consegna ai propri figli a testimonianza imperitura di come hanno fatto a lasciargli un Paese […]
Cronaca - 15 giugno 2018

Il culto laico della “penale” così trionfano i costruttori

La mitica penale è l’alfa e l’omega del malaffare cementizio. È l’arma della disperazione per il costruttore Luca Parnasi, l’ultima minaccia con cui riesce ad ammorbidire il no della sindaca Virginia Raggi al suo nuovo stadio circondato da palazzi. Ed è l’apriscatole con cui l’avvocato Luca Lanzalone sventra l’interesse pubblico e in nome della ditta […]
Il Fatto Economico - 13 giugno 2018

Elliott non c’è più, Genish traballa e anche Tim non sta troppo bene

I dati certi sono pochi, ma pesano. I conti di Tim nel secondo trimestre arrancano, con antipatiche conseguenze. In 40 giorni, da quando l’assemblea degli azionisti ha eletto il nuovo consiglio d’amministrazione targato Elliott, il titolo dell’ex monopolista telefonico ha perso in Borsa il 20 per cento. La Cassa Depositi e Prestiti ha già perso […]
Commenti - 10 giugno 2018

Toninelli si vaccini, in quel ministero gira un brutto virus

Al ministero delle Infrastrutture circola un brutto virus e il neo ministro Danilo Toninelli dovrebbe vaccinarsi. Il virus è stato creato nei sofisticati laboratori del partito del cemento. Colpisce il cervello dei ministri. Appena nominati cominciano a fare la supercazzola con frasi senza senso. “Le infrastrutture sono il volano migliore per far ripartire l’economia”, ha […]
Politica - 9 giugno 2018

Al vertice della Cdp l’uomo che assunse il fratello di Alfano

Il governo gialloverde ha trovato l’uomo nuovo per il vertice della Cassa Depositi e Prestiti. Si chiama Massimo Sarmi, compirà 70 anni ad agosto, e vanta i titoli tipici di chi ha combattuto una vita contro le élite: Commendatore dell’Ordine equestre della Santo Sepolcro di Gerusalemme, Commendatore della Repubblica italiana, Grand’ufficiale della Repubblica, Grand’ufficiale al […]
Economia - 8 giugno 2018

Grillo: “L’Ilva non va chiusa ma trasformata in un parco”

La proposta lanciata ieri da Beppe Grillo di riconvertire l’Ilva di Taranto in un parco tecnologico si è tradotta immediatamente per i 13.800 lavoratori della più grande acciaieria di Europa in un assaggio delle montagne russe. Alle 3 del pomeriggio il ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio è intervenuto nella discussione sulle ipotesi di […]
Il Fatto Economico - 6 giugno 2018

Per Cassa Depositi l’uomo 4 stagioni alla corte del M5S

La candidatura di Flavio Valeri al vertice della Cassa Depositi e Prestiti è un caso esemplare dei rischi che corre il “governo del cambiamento” sulla scottante materia delle nomine pubbliche. L’amministratore delegato della filiale italiana di Deutsche Bank è considerato in pole position, e i suoi sponsor fanno circolare la notizia che si è già […]
Politica - 6 giugno 2018

Carniti, troppo onesto per quella presidenza

Pierre Carniti era una persona perbene. Non è una banalità da tributare all’ex segretario generale della Cisl che si è spento ieri a Roma a 81 anni dopo una lunga malattia. È piuttosto la ragione profonda che ha impedito all’Italia malata dei suoi tempi di fare tesoro del suo talento. Carniti era lombardo di Castelleone […]
Commenti - 3 giugno 2018

Ecco l’industria 4.0, basta far pedinare l’operaio scomodo

L’altroieri, mentre prendevano servizio i nuovi ministri, ha anche ripreso servizio alla Electrolux di Susegana (Tv) l’operaio Augustin Breda, licenziato ingiustamente un anno fa. Mentre si cercano foto da piccoli e chicche biografiche sui nuovi potenti, una storia esemplare dell’Italia di oggi mostra che destra e sinistra saranno anche scomparse, ma gli operai no. E […]
Il Fatto Economico - 30 maggio 2018

La politica piegata ai suoi voleri

Cinque anni fa, Sergio Marchionne arrabbiandosi con l’allora sindaco di Firenze Matteo Renzi che forse per sbaglio lo aveva criticato, lo fulminò come rappresentante “di una città piccola e povera”. Renzi replicò: “Prima di parlare di Firenze si sciacqui la bocca”. Se ci avesse pensato bene, anziché concentrarsi come suo solito sulla rapidità della battutona, […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×