/ di

Elisa Liberatori Finocchiaro Elisa Liberatori Finocchiaro

Elisa Liberatori Finocchiaro

Esperta di Digital campaigning e comunicazione sociale

Attualmente sono Southern Europe Regional Manager presso la piattaforma di fundraising Gofundme e mi occupo delle campagne per Italia, Spagna e Portogallo.

Dal novembre 2012 all’ottobre 2016 ho lavorato per Change.org, la piattaforma di petizioni online. Da direttrice in Italia di Change.org ho portato il sito italiano a sei milioni di utenti registrati e 650 vittorie. Change.org mi ha fatto partecipare a un grande cambiamento, quello del potere mediatico che diventa diffuso grazie al web; mi ha fatto conoscere e dato l’opportunità di aiutare le persone più diverse – diverse tra loro e diverse da me – ad avere una voce potente; mi ha fatto parlare dal palco di un TEDxdi cambiamento sociale, e insegnare a giornalisti del Gambia come usare i media per fare campagne volte a sradicare le mutilazioni genitali femminili.

Mi sono occupata della comunicazione per vari progetti, l’ho fatto per la Fao; l’ho fatto sul campo con Medici senza Frontiere, in particolare a Malta con i migranti e durante l’epidemia di colera a Luanda, in Angola.

Ho viaggiato molto da sola, principalmente in Africa e America Latina e ho raccontato le storie dei miei viaggi grazie a una tastiera e ad alcune macchine fotografiche.

Mi sono laureata in Giornalismo con una tesi di ricerca svolta in Rwanda scoprendo che c’è un terribile legame tra media, linguaggio coloniale, colonialismo e genocidio. Precedentemente mi ero laureata in Antropologia, ma la laurea più importante l’ho presa grazie alle esperienze di vita che i viaggi mi hanno regalato: trascorrere delle giornate con i bambini di strada a Città del Messico; attraversare l’America Latina lungo il Rio delle Amazzoni; rimanere a nuoto, al largo dell’Oceano per ben sei ore nel nord del Brasile a causa di una corrente temibile; assistere ai processi degli aguzzini dei campi di tortura della dittatura argentina con una sopravvissuta; assistere ai Gacaca in Rwanda e a una gara di graffiti in una favela. Insomma grazie alla vita che mi ha dato tanto.

http://bit.ly/2q8bXJC

Blog di Elisa Liberatori Finocchiaro

Società - 6 giugno 2018

Cris Brave, a San Siro con Fedez e J-Ax. Grazie ai sogni la disabilità svanisce

“Deve esserci prima di tutto un rapporto umano forte, cioè, è giusto venire pagati per il lavoro ma siccome la nostra sarà quasi una convivenza forzata… ha presente Quasi amici, il film? Ecco, Driss all’inizio era uno scapestrato ma una volta creata la sintonia con Philippe, la disabilità spariva completamente. Driss trattava Philippe come una […]
Politica - 25 marzo 2018

Ho conosciuto il Roberto Fico attivista. Ora conservi la sua passione alla Camera

Ho sentito per la prima volta il nome Roberto Fico quando ho incontrato a Napoli i movimenti per la Terra dei Fuochi. In un’epoca in cui i media ancora non trattavano tanto questo tema, cercai di avvicinare quegli attivisti al campaigning digitale e loro mi indicarono Roberto Fico come punto di riferimento. Conobbi poi Fico […]
Società - 23 marzo 2018

Un’automobile per Manuel, la raccolta fondi per il bimbo affetto da linfoma cistico bilaterale

Manuel, un bambino nato a Milano meno di 4 anni fa, è affetto da linfangioma cistico bilaterale, una malattia rara. Quando aveva soli dieci giorni di vita è stato sottoposto a un delicato intervento di asportazione di piccolissime cisti che andavano dalla regione mandibolare al pavimento orale, fino alla regione linguale. Il decorso post-operatorio è […]
Cronaca - 16 marzo 2018

Sette anni di guerra in Siria e una speranza a Roma

Il conflitto siriano è entrato ieri nel suo ottavo anno. In questo desolante contesto, un gruppo di rifugiati cerca di fare qualcosa per rimboccarsi le maniche e ottenere indipendenza economica, oltre a cercare di mandare dei soldi in Siria; lo fanno cucinando cibi siriani a Roma. Hummustown aiuta i rifugiati siriani a Roma a ottenere […]
Media & Regime - 27 febbraio 2018

Vitalizi, prescrizione e violenza contro le donne: i partiti rispondono su change.org

Nelle scorse settimane, Change.org è diventata l’arena del dibattito pre-elettorale, come avevamo già raccontato nell’ultimo post. Un dibattito animato dai cittadini, fatto di proposte concrete attorno a cui sono state raccolte quasi un milione di firme: change.org/elezioni2018 Le forze politiche in campo sono state tutte chiamate a fare una dichiarazione rispetto alle proposte dei cittadini […]
Società - 21 febbraio 2018

#Bastavitalizi e le altre proposte dei cittadini ai partiti su Change.org

“Quello dei vitalizi è uno dei più grandi scandali della Repubblica. Per gli sfacciati privilegi che i parlamentari si sono dati, per lo spreco di risorse che hanno comportato e comporteranno, per il peso che continueranno ad avere sui bilanci di Camera e Senato, dunque sulle finanze pubbliche. C’è un esercito di oltre duemila ex […]
Società - 16 gennaio 2018

Isaac, bimbo nato prematuro, per lui raccolti migliaia di euro in 24 ore

Più di 35.000 euro sono stati donatiper coprire le spese mediche di Isaac, un bambino italiano di 3 anni e mezzo, nato a sole 25 settimane di gestazione. La nascita prematura ha portato il bambino ad avere una stenosi laringea e una paralisi delle corde vocali. Per questa ragione Isaac ha vissuto con una tracheotomia […]
Tecnologia - 14 giugno 2017

Big data e sviluppo sostenibile: un binomio possibile?

C’è una domanda complicata che spesso mi pongo e a cui ovviamente non esiste risposta univoca, ed è la seguente: le tecnologie possono contribuire ad uno sviluppo sostenibile, inclusivo ed equo? La scorsa settimana, esperti di tecnologia e di sviluppo hanno partecipato ad una conferenza internazionale di due giorni sulle tecnologie dell’informazione e della comunicazione per la […]
Cultura - 31 marzo 2017

Attacco alla fantasia, a proposito di iconofobia cristiana e pagana

Nel 1868 Marcelino Sanz de Sautuola e sua figlia di otto anni scoprivano il soffitto dei bisonti di Altamira. La bimba era riuscita a infilarsi nel cunicolo che portava alla grotta e si era messa a gridare “Toros, toros!”, appena avvistati gli animali affrescati in colori vivi, rossi, gialli. Sanz de Sautuola comunicava la scoperta, […]
Società - 21 marzo 2017

Contro le integraliste del parto naturale

Mi capita spesso di leggere articoli che incriminano il parto cesareo come se fosse una piaga insanabile. Questo mi riporta a quel che ho vissuto alcuni mesi fa, quando mi capitò quel che capita sempre alle donne incinte: sentire parlare di gravidanza, parto e puerperio secondo scuole di pensiero ideologiche, rigide e spesso in contraddizione netta […]
Sono nato al Sud e pensavo di essere uno sfigato. Poi ho viaggiato e ho capito
Il discorso di Liliana Segre parla anche di Papa Francesco

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×