/ di

Antonio Esposito

Articoli In Edicola di Antonio Esposito

Commenti - 13 Giugno 2019

Autosospendersi nel Csm: un “sotterfugio”

L’inchiesta della Procura di Perugia sull’ex vicepresidente dell’Anm ed ex Csm Luca Palamara, indagato per corruzione, ha portato alle dimissioni del componente Luigi Spina (Unicost) – per avere comunicato a Palamara notizie sull’indagine pervenute al Csm – e alla “autosospensione” di altri quattro componenti, tre di MI: Corrado Cartoni, Paolo Criscuoli e Antonio Lepre, e […]
Commenti - 6 Giugno 2019

Cari ipocriti in toga, noi l’avevamo detto

La recente vicenda che, con le dimissioni di un componente e altri quattro autosospesi, sta travolgendo il Csm, non è altro che l’ultimo e più torbido effetto di quella perversa degenerazione correntizia che sta portando alla disintegrazione, se non dell’intero sistema giudiziario, sicuramente dell’organo di autogoverno oramai da tempo occupato e presidiato dalle correnti associative. […]
Commenti - 28 Maggio 2019

Abuso d’ufficio, il grimaldello di tangentopoli

Nell’editoriale di venerdì scorso, il direttore del Fatto Quotidiano – prendendo lo spunto dalla incredibile proposta del ministro degli Interni Matteo Salvini di abrogare il reato di abuso di ufficio – ha ricordato, con dovizia di particolari, l’avversità sempre dimostrata dai politici nei confronti di tale reato tanto da indurli a modificarne legislativamente, più volte, […]
Commenti - 21 Maggio 2019

Un ministro così deve finire in tribunale

Alle ore 20,45 di domenica – mentre il ministro degli Interni promette in tv che “negherà lo sbarco” dei migranti dalla “Sea Watch” e “nessuno deve scendere da quella nave” – il procuratore della Repubblica di Agrigento, da alcuni minuti, sta facendo sbarcare dalla nave i 47 migranti avendo ordinato alla polizia giudiziaria (Guardia di […]
Commenti - 23 Febbraio 2018

È Cantone a rinnegare Cantone

Alcuni giorni orsono, richiesto dalla giornalista Liana Milella del quotidiano La Repubblica di un parere sull’introduzione nella nostra legislazione della figura del c.d. “agente provocatore”, il Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione Raffaele Cantone ha così risposto: “Assolutamente sì all’agente infiltrato, assolutamente no all’agente provocatore, perché si crea un reato che non c’è, e perché, come dice […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×