È stato messo in stato di fermo il fratello della donna trovata morta in casa a Signa, in provincia di Firenze. L’accusa è di omicidio, che sarebbe avvenuto questa mattina, 21 settembre, al termine di una lite per motivi economici.

Secondo le prime ricostruzioni delle forze dell’ordine, l’uomo si è allontanato da casa propria già la sera del 20 settembre e la moglie ne ha denunciato la scomparsa. Il cinquantenne, stando a quanto riferito dalla donna, era andato via di casa per trascorrere qualche giorno insieme alla sorella.

I parenti hanno cercato da subito di rintracciare i due fratelli, ma senza successo. Nessuna risposta al telefono, la casa della vittima era chiusa e sembrava vuota. Il 50enne è stato rintracciato questa mattina in un capanno vicino al proprio appartamento, poco dopo c’è stato il ritrovamento della sorella nella casa di via Don Minzoni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Benevento, due misure cautelari nei confronti di finti medici: avrebbero causato la morte di una donna

next
Articolo Successivo

Palermo, assalto al furgone di sigarette: le telecamere incastrano i due rapinatori – Video

next