” Ora siamo in una fase di calo dell’Omicron, ma nel prossimo inverno ci dobbiamo aspettare un rialzo, sperabilmente un’onda e non un’ondata di risalita, anche perché è quello che abbiamo appena constatato in Australia, dove parallelamente c’è stato anche un aumento dei casi di influenza. Speriamo che non sia necessario attuare interventi stringenti. Partiamo comunque con tranquillità, ma è importante, soprattutto ora, richiamare alla vaccinazione i soggetti fragili, perché potremmo vedere uno scenario non piacevole”. Sono le parole del virologo Fabrizio Pregliasco, intervenuto nella trasmissione “Dritti al punto”, su Cusano Italia Tv.

Pregliasco spiega: “Siamo oggettivamente in una fase di transizione tra quella che è stata la pandemia e quella che sarà l’endemia, cioè la necessaria convivenza con questo virus, perché tra le caratteristiche perfide di questo virus c’è quella di continuare ad avere variazioni che gli permettono di schivare anche la protezione della guarigione – conclude – oltre che della vaccinazione. Questo farà sì che il virus rimarrà con noi con variazioni successive per cercare di fare il suo sporco mestiere, cioè infettarci. Non dobbiamo però immaginare una presenza del virus con piccoli numeri costanti, ma con una continua variabilità”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, i dati – Torna lievemente a crescere la curva dei contagi: 28.395 nuovi casi in 24 ore. Altri 60 morti

next
Articolo Successivo

Morto a 18 anni in alternanza scuola-lavoro, presidio degli studenti: “Basta percorsi di sfruttamento spacciati per formazione”

next