L’incontro non c’è stato. Almeno fino a ora perché “ci siamo sentiti tipo un milione e cinquecento mila volte, firmeremo qualcosa e faremo degli eventi in campagna elettorale insieme”. Così Carlo Calenda, neo leader dell’alleanza tra Azione e Italia viva di Matteo Renzi, intercettato fuori dalla sede di Azione. “Ringrazio Renzi per il gesto di generosità – che ha portato della decisione di fare di Calenda il leader – ne sono molto contento e onorato”. Calenda non risponde alla domanda sulle percentuali di spartizione dei seggi (50 e 50, ndr) e sull’ingresso della Lista Civica Nazionale, tra i cui promotori c’è Federico Pizzarotti. Calenda dice: “Se ci sarà? Lo deciderà Renzi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni, Di Maio: “Io candidato in un collegio uninominale? Mi auguro che l’uscita di Calenda porti con sé i veti”

next