Pesanti piogge, le peggiori degli ultimi 80 anni, hanno colpito la Corea del Sud, in particolare Seul e le regioni circostanti, causando almeno sette morti e diversi dispersi. I nubifragi hanno anche provocato pesanti danni e disservizi tra allagamenti e blocco di metropolitana e servizi pubblici. Sulla capitale sudcoreana, sulla vicina città portuale di Incheon e nella provincia di Gyeonggi sono caduti oltre 100 millimetri nelle misurazioni aggiornate alla scorsa notte, con picchi fino a 141,5 millimetri. Un piccolo simile non si registrava dal 1942.

Fuori servizio sono finite molte strutture pubbliche – come per le ferrovie – a Seul, Incheon e altre aree. Circa 80 sezioni stradali, tre tratti sotterranei e 26 parcheggi lungo il fiume della capitale sono stati bloccati per motivi di sicurezza.

L’agenzia meteorologica ha messo in guardia su un ulteriore peggioramento, prevedendo più piogge fino a 300 mm sull’area della capitale e sulla provincia di Gangwon nei prossimi giorni. Anche le parti settentrionali delle province di Chungcheong e le regioni interne nordoccidentali della provincia di Gyeongsang del Nord potrebbero essere interessate da forti piogge fino a 200 mm. Il Korea Forest Service, ha riferito l’agenzia Yonhap, ha emesso avvisi di frana in 47 città e contee della nazione, inclusi nove distretti a Seul, parti delle province di Incheon, Gyeonggi, Gangwon e Chungcheong settentrionale e meridionale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stati Uniti, dopo la perquisizione dell’Fbi nella villa di Trump in Florida, i repubblicani chiedono nuove donazioni via sms

next
Articolo Successivo

Ucraina, esplosioni vicino a una base militare russa in Crimea: “Una vittima”. Kiev: “È un nostro attacco, è solo l’inizio”

next