Gino Rea è caduto durante le prove libere della 8 Ore di Suzuka, in Giappone, in occasione della gara valida per il Mondiale Endurance. Il motociclista britannico stava affrontando la seconda sessione di prove quando è rimasto vittima di un incidente. Il 32enne è gravemente ferito in seguito all’impatto della sua moto contro un muretto del circuito. Il casco è stato ritrovato completamente distrutto.

Secondo l’agenzia giapponese Kyodo News, che cita fonti della polizia locale, il pilota del team Honda Fcc Tsr si trova attualmente in coma. Immediati i soccorsi: il centauro è stato trasportato in ospedale in elicottero. Rea è stato sottoposto immediatamente ad un intervento chirurgico per ridurre i danni ai polmoni, alle costole e alla testa.

Il punto dell’incidente, la Triangle Chicane (la variante che immette sul traguardo), porta alla mente il terribile schianto di Daijiro Kato del 2003, che ne provocò la morte. Dalle ricostruzioni dei testimoni oculari, la causa dell’incidente è da imputare a un guasto dell’impianto frenante, ma al momento sono in corso le indagini da parte delle autorità. Rea avrebbe dovuto prendere parte alla gara di domenica 7 agosto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

MotoGp Gran Bretagna, pole di Zarco davanti a Vinales. Miracolo Espargaro: è sesto dopo un terribile high side

next
Articolo Successivo

Davide Cassani e il senso dell’essere squadra: “Bisogna far sentire tutti importanti, dal capitano all’ultimo dei gregari”

next