“Non è mia intenzione lasciare la questione Ita al prossimo governo, facciamo il nostro dovere fino in fondo“. Lo ha detto il premier Mario Draghi in conferenza stampa dopo il Consiglio dei ministri. Poco prima il ministro dell’Economia Daniele Franco aveva spiega che “nessuna delle due proposte pervenute”, ossia quella di Lufthansa-Msc (quest’ultimo partner di maggioranza) e del fondo statunitense Certares, “è pienamente coerente con quanto richiesto dal dpcm. Per cui in tempi molto brevi, in questi giorni, verrà chiesto loro di formulare ulteriori proposte, chiedendo di rispondere in tempi brevissimi”

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Draghi: “Cresceremo più di Francia e Germania. Ma ci sono nuvole all’orizzonte, previsioni preoccupanti per il futuro”

next
Articolo Successivo

Elezioni, Draghi: “La mia agenda? Difficile dire che esista, è fatta di risposte pronte e credibilità”

next